Elezioni.I commenti

0
378
Giusto Catania
L'assessore Giusto Catania

Palermo – “Qualora gli exit pool fossero confermati dai dati reali, in Sicilia saremmo davanti a un pericoloso ritorno al passato: un film già visto con gli stessi protagonisti dei governi Cuffaro e Lombardo, con l’aggravante che oltre la metà dei siciliani ha scelto di astenersi dal voto.

Questa è l’eredità che lascia il governo Crocetta ai siciliani: aveva promesso la rivoluzione e ci siamo ritrovati, dopo pochi anni, con la destra tornata egemone in Sicilia e con i populisti, senza arte né parte, che si attestano sopra il 30%.

Questi sono gli unici risultati tangibili raggiunti dal Pd e dai suoi alleati che, governando in modo disastroso la Regione siciliana, hanno acuito la sfiducia dei siciliani nei confronti della politica.

ll risultato di Claudio Fava incoraggia il processo di costruzione di un soggetto unitario della sinistra che potrà, sempre di più, competere con il Pd sull’egemonia sociale e culturale del Paese.

La percentuale raggiunta dal candidato della lista Cento Passi per La Sicilia dimostra che la sinistra ha davanti a sé ancora tanto spazio per svolgere un ruolo da protagonista per trasformare la società.

Oggi con i dati dell’exit pool, dopo oltre un decennio, una lista della sinistra ritornerebbe ad eleggere suoi rappresentanti  all’Assemblea Regionale Siciliana.”

Lo dichiara Giusto Catania, capogruppo di Sinistra comune.