Nelle ultime 24 ore la Polizia di Stato ha tratto in arresto sei persone e ne ha denunciate sette, nel corso di numerosi interventi

0
537

Palermo – E’ di sei arresti e di sette denunciati il bilancio degli interventi della Polizia di Stato registrati nel corso delle ultime 24 ore.

In zona “Calatafimi”, un equipaggio dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico ha sventato un furto in un box condominiale.

Tre giovani palermitani con precedenti di polizia, rispettivamente di anni 21, 24 e 29, erano stati notati da un residente aggirarsi nei pressi di un box condominiale in via dei Fiori.

Per tempo, il cittadino aveva contattato il “113” e determinato il tempestivo intervento di una “volante” della Polizia di Stato. I tre giovani ladri sono saliti velocemente a bordo di una vettura ed hanno tentato una rocambolesca fuga, conclusasi in viale Regione Siciliana, all’altezza di via Palmerino, dove sono stati bloccati dagli agenti. All’interno dell’abitacolo i poliziotti hanno ritrovato un kit dalla inequivocabile destinazione d’uso con cui i malviventi avevano iniziato l’opera di effrazione del box, senza riuscire a portarla a termine: pinze, torce, cacciaviti, chiavi inglesi e guanti in lattice. I tre sono stati tratti in arresto e, per uno di essi, è scattata la segnalazione alla Prefettura, quale consumatore di stupefacenti, alla luce della circostanza che addosso gli era stata rinvenuta una dose di hashish.

Altri tre arresti ed una denuncia sono stati realizzati dal personale del Commissariato di P.S. Brancaccio che ha, così, sanzionato un tetativo di furto compiuto all’interno dell’Ipercoop al Centro Commerciale “Forum”.

Quattro individui, due uomini e due donne, hanno deciso di tentare la “sorte”, avventurandosi nel reparto cosmesi e prodotti auto. I quattro, in relazione alla suddivisione dei compiti, hanno operato una distinzione di genere: alle donne è stato demandato il furto vero e proprio di articoli, operato direttamente su scaffali ed espositori, per un ammontare di 100,00 euro circa, mentre gli uomini hanno svolto funzioni di “palo”, garantendo l’operato delle donne dall’arrivo degli addetti alla sicurezza.

Qualcosa deve essere andato storto per la combriccola di ladri: avventori e personale della sicurezza hanno notato il movimento sospetto dei quattro: tutti sono stati bloccati poco oltre le casse e consegnati ai poliziotti.

Sono finiti in manette i tre maggiorenni, due uomini, D.N.S., 19enne, Q.S., 25enne ed una donna, R.F., 24enne mentre il quarto componente della banda, una donna di 17 anni, è stata denunciata a piede libero.

Nel corso di altri interventi dell’Ufficio Prevenzione Generale, sono stati denunciati per il reato di furto di mobilia in un appartamento disabitato della zona “Oreto”, D.E.A., donna palermitana di 57 anni, C.F.M., giovane palermitano di 17 anni e C.S., uomo palermitano 38enne.

G.G., 23enne palermitano, è stato denunciato perché trovato in possesso di 14 dosi di hashish, nel corso di un posto di controllo in zona “Fiera del Mediterraneo”.

Infine, è stato denunciato per resistenza a Pubblico Ufficiale, un nigeriano di 47 anni, sanzionato dai poliziotti per avere svolto l’illecita attività di parcheggiatore abusivo in piazza Crispi. L’uomo che ha reagito con intemperanze al controllo dei poliziotti dovrà pagare anche una multa di 1000,00 euro.

Altro parcheggiatore abusivo è stato fermato e sanzionato a Mondello da personale dell’omonimo Commissariato. I poliziotti hanno denunciato in stato di libertà S.A., pregiudicato palermitano di anni 61, in quanto contravventore all’ordine del Questore di Palermo “di non stazionare ed accedere nell’area riservata alla sosta dei mezzi in piano Gallo”. Il palertmitano, non curante della prescrizione, frutto di un precedente intervento degli agenti, è tornato nella zona di Mondello, continuando a pretendere denaro per il parcheggio dagli utenti della strada.