Campanella:”Mafia, beni confiscati. Su giudice Saguto la magistratura sa indagare anche su stessa

0
333

 

Roma – “L’annuncio del rinvio a giudizio della giudice Saguto è senz’altro una notizia importante. Grande il lavoro fatto sin qui dalla Procura di Caltanissetta”.

Così il Senatore Francesco Campanella (Articolo Uno – MDP) commenta l’annuncio del rinvio a giudizio, insieme ad altre 16 persone, della giudice Silvana Saguto, ex presidente della sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo, nell’ambito dell’inchiesta sulle presunte irregolarità nell’assegnazione di consulenze e incarichi nella gestione dei beni confiscati alla mafia.  

La magistratura dimostra, a dispetto di tutti i suoi detrattori interessati, come sa funzionare una magistratura sana, anche quando è chiamata a indagare su se stessa”, aggiunge Campanella. 

I beni sottratti alla mafia sono e devono tornare a essere a tutti gli effetti un bene comune gestito nell’interesse della collettività. La lotta alla mafia è una priorità imprescindibile in questo paese e non può tollerare opacità”, conclude il Senatore.