“Potenziare la sicurezza all’interno delle guardie mediche e dei pronto soccorsi di tutta la provincia etnea”

0
497

Catania – “Mai più personale della Guardia Medica lasciato solo, sopratutto la sera, a rispondere alle emergenze – dichiara Ersilia Saverino, consigliere comunale di Catania-. Una richiesta fatta oltre un anno fa, in tempi non sospetti, e che ribadisco anche adesso dopo le aggressioni degli ultimi mesi. La conferenza indetta dall’Ordine dei Medici chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Catania, deve ribadire una necessità che per troppo tempo non è stata affrontare con la giusta determinazione dai diretti interessati. La violenza sulle donne in tutte le sue forme e prevaricazioni va combattuta con azioni, determinate, reali ed incisive e non con le solite belle parole o con il costituirsi parte civile da parte di associazioni e comitati di turno. Voglio rimarcare il fatto che lo stupro e la violenza maschile nei confronti delle donne, in generale, non è un fenomeno circoscritto in singoli casi isolati ma, piuttosto, una vera e propria emergenza di carattere strutturale. Donne e professioniste che sistematicamente finiscono nel mirino dell’orco di turno è una cosa che va scongiurata in tutti i modi.  Per farlo, però, servono maggiori controlli e un inasprimento delle pene. Quello che è successo e che succede ancora nelle Guardie Mediche di tutta Italia è  assolutamente inaccettabile: una lunga, lunghissima lista di minacce, violenze ed atti prevaricatori e arroganti da parte del delinquente di turno. Rischiare  di essere aggrediti, derubati, minacciati, picchiati o peggio durante lo svolgimento del proprio dovere è ormai la norma. Già all’indomani dell’aggressione subita al presidio della guardia medica di Nicolosi e Trecastagni, ho chiesto alle istituzioni maggiore sicurezza e migliore condizioni di serenità  per chi svolge un lavoro così importante sul territorio. Ieri come oggi, quindi, è fondamentale garantire il miglioramento degli standard di controllo  all’interno di un servizio pubblico strategico ed indispensabile per l’intera collettività qual’e il pronto soccorso, così per la guardia medica e per il 118: una precisa interrogazione, che ancora oggi non ha avuto risposta”.