Imponenti controlli a Borgo Nuovo. Forze dell’Ordine elevano multe perv 40 mila euro

0
699

 

Palermo – La Polizia di Stato, nell’ambito del piano di “Controllo Integrato del Territorio”, ha predisposto e coordinato un imponente servizio “interforze” nel quartiere “Zisa-Borgo Nuovo”, volto al contrasto del fenomeno dell’abusivismo commerciale, dei reati predatori e dell’illegalità in genere.

A tal fine è stato operato un accurato screening delle attività commerciali ricadenti in quel quartiere, sottoponendone numerosi, sia in forma fissa sia in forma mobile, a specifici controlli di natura amministrativa.

Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Municipale e Guardia Costiera, con l’ausilio di personale dell’Enel e della RAP, hanno compiuto capillari accessi ispettivi nelle aree ricomprese tra le vie Castellana, Centuripe, Acireale e Piazza Armerina, con i seguenti esiti:

due venditori in forma mobile, sottoposti ad accertamento, sono risultati abusivi e, pertanto, denunciati all’Autorità Giudiziaria; le attrezzature e i prodotti ortofrutticoli che esponvano in vendita, pari a circa 1000 kg, sono stati posti sotto sequestro.

Quattro attività commerciali di prodotti ittici, tre in forma mobile ed una in forma fissa, sono state sanzionate per la mancata tracciabilità del prodotto, sotto sequestro oltre 60 kg di pesce.

Un esercizio commerciale per la somministrazione di alimenti e bevande è stato posto sotto sequestro amministrativo in quanto privo delle previste autorizzazioni comunali.

Un centro scommesse è stato sanzionato ed il gestore denunciato per la mancata concessione dei Monopoli di Stato e della Licenza di P.S. .

Tre persone sono state deferite all’Autorità Giudiziaria perché responsabili della realizzazione di cinque fabbricati abusivi adibiti alla custodia di animali, nella fattispecie 8 cavalli, 8 cani e 13 capre tibetane; i locali sono stati posti sotto sequestro amministrativo.

Il gestore di un esercizio commerciale abusivo, che aveva adibito parte del marciapiede come deposito di alimenti ed altro materiale, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per detenzione e vendita di prodotti alimentari in cattivo stato di conservazione ed occupazione di suolo pubblico senza la prevista autorizzazione.

Contestualmente ai servizi ed a cornice di sicurezza lungo il perimetro delle aree sottoposte alle verifiche, sono stati predisposti numerosi e strategici posti di controllo e pattugliamenti nelle zone a maggiore densità criminale e più esposte ai reati predatori; in tale contesto sono state controllate 118 persone, 57 autoveicoli, elevate 38 sanzioni per violazioni al Codice della Strada e sequestrati 22 veicoli.

Le sanzioni amministrative elevate ammontano ad un totale di circa 70.000,00 euro.