Chi ha fotografato la “bandiera nazista”?

0
1035

Catania – Un giovanissimo e (probabilmente) sprovveduto carabiniere di Firenze sta passando dei guai per aver appeso in camerata (nello spazio personale) la bandiera di guerra del Reich..non quello “bieco” del III ma quella (prussiana) del II che,storia alla mano,con il Nazionalsocialismo non ha nulla da spartire e che,peranto,non dovrebbe essere considerata altro che un cimelio storico.

Come finirà la canea ed il linciaggio scatenatogli contro dalle istituzioni e dai media della “repubblica democratica ed antifascista”?

Non lo so,si vedrà..io desidero denunziare la incredibile omissione (di atti d’ufficio?) delle autorità militari e giudiziarie sulla violazione commessa da chi ha carpito le immagini relative a questa vicenda…

Sono vietate le riprese di installazioni che rientrino nella previsione dell’Allegato al R.D. 11 luglio 1941, n. 1161 (caserme, depositi militari, dislocazione di forze armate, di produzione o trasporto energia, centrali energetiche, dighe, nodi ferroviari od autostradali o comunque di organizzazione dei trasporti)”.

In soldoni: è vietato fotografare o filmare le caserme..figuriamoci l’interno!

A questo punto,per par condicio di “crimine”,chiedo a chi di competenza: perché non risulta indagato colui/colei che ha violato la legge fotografando l’interno della caserma?

Forse le solertissime autorità militari (Carabinieri in testa) non stanno svolgendo indagini per identificare il colpevole? Sarà mica uno 007 dei nostri servizi segreti che,alla ricerca del “pericolo nazifascista”, ha preso una cantonata storica?

Desidererei conoscerne la identità,vorrei vederlo sbattuto in prima pagina per aver attentato alla “sicurezza dello stato” proprio violando la legge di cui sopra! Ritengo inoltre che ogni serio giornalista,come chiunque si interessi alla vicenda,non possa far altro che ammettere e sostenere la legittimità della mia richiesta..

Vincenzo Mannello