Democrazia partecipata, i cittadini hanno scelto la riqualificazione delle spiagge libere comunali

0
493
Il sindaco Enzo Bianco

Catania – Il referendum su quattro progetti era stato pubblicato sulla pagina Facebook del Comune di Catania. Il sindaco Bianco: “I catanesi possono così partecipare alle scelte politiche dell’Amministrazione comunale”. Hanno votato quasi 10.000 catanesi.

I catanesi hanno scelto riqualificazione, liberazione e tematizzazione delle spiagge libere comunali nel referendum lanciato dall’amministrazione sul profilo Facebook del Comune di Catania dopo che il sindaco Enzo Bianco, ha disposto, in ossequio alla legge regionale n.5 del 28 gennaio 2014, un’azione di democrazia partecipata attraverso un sondaggio, per rendere partecipi i cittadini nella scelta di azioni e interventi di interesse comune.
La consultazione era stata lanciata lo scorso 4 dicembre si è chiusa martedì 12 dicembre. Hanno partecipato al referendum 9.854 catanesi con i seguenti risultati: Riqualificazione, liberazione e tematizzazione delle spiagge libere comunali, 4.683 pari al 47,5%; restauro fontana de I Malavoglia e riqualificazione piazza Giovanni Verga, 4.275 voti pari al 43,4%;  acquisto arredo urbano e strumenti ludici per riqualificazione parchi giochi, ville, giardini e piazze, 805 pari all’8,2%; riqualificazione campo di calcio Duca d’Aosta, 91 pari allo 0,9%.
Ogni cittadino collegandosi alla pagina Facebook, ha potuto esprimere la propria preferenza su uno dei quattro interventi proposti – spiega il sindaco Bianco partecipando così alle scelte politiche dell’Amministrazione comunale. La normativa regionale, infatti, fa obbligo obbligo ai Comuni di spendere almeno il 2% delle somme trasferite dalla Regione attraverso forme di democrazia partecipata, utilizzando strumenti che coinvolgano la cittadinanza nella scelta di azioni di interesse generale, pena la restituzione nell’esercizio finanziario successivo delle somme non utilizzate secondo tali modalità.
L’intervento più votato dai catanesi, mira dunque a restituire il mare alla città con la riqualificazione delle tre spiagge libere comunali innanzi tutto liberandole dal cemento, attraverso l’abbattimento delle strutture fatiscenti presenti nonché la rigenerazione del verde naturale tipico della zona della Plaia. Si inizierà a ricreare le dune sabbiose e la vegetazione tipica mediterranea.
Inoltre, le spiagge verranno tematizzate: la spiaggia libera n. 1 sara’ dedicata agli sportivi: verranno individuate zone atte agli sport da spiaggia (beach volley, beach soccer, beach tennis, bocce) ed ai servizi per gli sport acquatici; la spiaggia libera n. 2 sara’ dedicata alla natura verranno individuate aree dedicate ad eventi su temi ambientali, musicali e culturali; la spiaggia libera n. 3 sara’ la spiaggia delle famiglie: saranno individuate aree attrezzate dedicate ai bambini nonché verranno messi barbecue liberamente utilizzabili dalle famiglie.