Minori stranieri non accompagnati:”Buone prassi per la presa in carico e l’accoglienza”

0
432
Migranti

 

Catania – Si è svolta in Prefettura una riunione presieduta dal Prefetto di Catania Silvana Riccio, alla quale hanno partecipato, fra gli altri, il Prefetto di Siracusa Giuseppe Castaldo, il Prefetto di Ragusa Maria Carmela Librizzi nonché il Presidente del Tribunale per i minorenni di Catania Maria Francesca Pricoco, il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Catania Caterina Ajello, il Questore di Catania Giuseppe Gualtieri e l’Assessore ai Servizi sociali del Comune di Catania Fortunato Parisi, al fine di condividere definitivamente il documento “Buone prassi per la presa in carico e l’accoglienza dei MSNA”.

Il documento, già adottato dalla Prefettura di Catania, è stato adesso oggetto di specifica rivisitazione ed integrazione con le recenti modifiche intervenute con la cosidetta “Legge Zampa” e costituirà un utile strumento operativo a disposizione della rete di tutti coloro che operano nel campo della accoglienza dei minori stranieri non accompagnati anche nei territori delle province di Siracusa e Ragusa.

Fra le più importanti novità introdotte, si segnalano oltre ad una più marcata considerazione del superiore interesse del minore anche una particolare attenzione affinché le strutture di accoglienza svolgano con efficienza ed efficacia le funzioni affidatarie conferite dalla legge e la previsione di una task force composta da personale specializzato incaricata di svolgere mirati controlli sulle condizioni di accoglienza.

Il protocollo scaturisce da una sinergia interistituzionale tra organi giudiziari ed organi amministrativi nel campo dell’accoglienza dei minori non accompagnati.