Figuccia:”criminalita’ organizzata sfrutta prostituzione nel silenzio generale. Incivile che un paese come l’Italia non vari una legge ad hoc che porterebbe gettito fiscale e garantirebbe tutela sanitaria

0
359

Palermo – “In Sicilia le nostre città, soprattutto quelle
metropolitane, sono diventate luoghi dove la criminalità organizzata
sfrutta la prostituzione. Non dà la misura della civiltà un Paese che
si volta dall’altro lato rispetto ad un fenomeno come la prostituzione
che se regolamentato porterebbe gettito fiscale e garantirebbe anche
verifiche sanitarie. Faccio appello al parlamento regionale affinchè
si intesti una battaglia per una legge nazionale sull’esercizio della
prostituzione che riporti decoro nelle nostre città, togliendo dalle
grinfie della malavita migliaia di persone”. Lo afferma Vincenzo
Figuccia, deputato regionale dell’Udc, aggiungendo come “Paesi
cattolici dell’Unione Europea hanno fatto passi importanti per
tutelare chi sceglie di prostituirsi. Non è ammissibile che alla
criminalità si diano vantaggi incredibili per lucrare anche su
questo”.