Assessore Mastrandrea incontra dirigenti scolastici

0
502

Catania – Mastrandrea: “Dialogo e condivisione per potenziare le attività rivolte agli studenti e rafforzare il contrasto alla dispersione scolastica”. Al via il concorso teatrale “Salviamo la terra”.

Potenziare il dialogo e la condivisione con le istituzioni scolastiche per favorire lo sviluppo di attività, progetti, strategie utili a migliorare i servizi agli studenti e a rafforzare il contrasto alla dispersione scolastica. Sono queste le principali linee programmatiche che la neo assessore alla Scuola, Maria Ausilia Mastrandrea, ha voluto esporre ai dirigenti delle scuole cittadine, primarie e secondarie di primo grado, nel corso di un incontro che si è svolto nella sede della Pubblica Istruzione.
L’assessore, dopo aver ringraziato gli esponenti del mondo scolastico “per l’impegno messo in campo nell’interesse degli alunni, delle famiglie e del territorio”, ha illustrato i progetti della pubblica istruzione  in cantiere o in corso di realizzazione, anche con il coinvolgimento delle famiglie,  e che spaziano dall’educazione alla salute alla musica, dall’educazione civica al sociale e all’arte, soffermandosi in particolare sul concorso teatrale appena bandito “Salviamo la terra”.
“Il tema che ho individuato, in condivisione con l’ufficio attività parascolastiche – ha detto Mastrandrea –  è quello dell’educazione ambientale, perché una speranza di vero cambiamento può essere riposta soprattutto nei giovani i quali, resi consapevoli del bene prezioso loro affidato, potranno essere protagonisti anche del cambiamento degli adulti e delle famiglie. Il concorso ha anche un risvolto sociale, a favore delle fasce più deboli:  le premialità previste, infatti, sono destinate agli alunni appartenenti a famiglie in situazioni di disagio socio-economico”.
Al termine dell’incontro l’assessore ha augurato ai presidi buon lavoro assicurando il proprio sostegno per tutte le attività rivolte ai ragazzi e per la risoluzione di eventuali criticità, e ha inoltre comunicato che le scuole avranno presto a disposizione risorse aggiuntive come previsto dal regolamento comunale sulla Scuola partecipata.