Bolognetta-Lercara, i 90 lavoratori andranno tutti a turno 15 giorni in ferie per evitare i licenziamenti di 29 operai

0
313
Francesco Piastra segretario Cgil Palermo

Palermo – I lavoratori impegnati sulla Bolognetta-Lercara, nel corso di un’assemblea in cantiere, hanno approvato di dare corso a un periodo straordinario di ferie per evitare i licenziamenti anticipati di 29 operai, già annunciati dalla Bolognetta Scpa.

Un piano che si articolerà per 3 settimane e coinvolgerà a turno, per 15 giorni, 30 dei 90 lavoratori attualmente impegnati. “E’ il segnale che c’è stata disponibilità e solidarietà tra i lavoratori. Hanno accettato di essere coinvolti tutti quanti in un periodo di ferie non previsto per salvaguardare tutti i posti di lavoro – dichiarano i segretari di Feneal, Filca e Fillea Ignazio Baudo, Paolo D’Anca e Francesco Piastra – E’ chiaro che alla scadenza del periodo dobbiamo avere risposta dalle istituzioni chiamate in causa diverse volte, ministero Infrastrutture, Anas e assessorato regionale alle Infrastrutture – La Bolognetta-Lercara, sulla Palermo-Agrigento, è un’opera fondamentale, che va completata. Altrimenti a nulla valgono gli annunci dei finanziamenti e dei nuovi appalti che dovrebbero partire per l’avvio del primo lotto della Palermo-Agrigento”.

Il piano ferie anticipato farebbe così prolungare fino ad aprile il periodo di lavoro ai lavoratori colpiti dal licenziamento. I sindacati degli edili hanno già detto che non accetteranno licenziamenti che non siano legati alla conclusione delle fasi lavorative. “Attendiamo segnali positivi in tempi ravvicinati da parte del contraente generale Bolognetta Scpa e dalle istituzioni coinvolte affinché si superino i problemi di natura finanziaria dell’opera e anche i problemi tecnico-progettuali. Anche per fare ripartire l’indotto che è fermo. Altrimenti ripartiamo con un piano di proteste – aggiungono Baudo, D’Anca e Piastra – L’azienda ha annunciato che se non ci sono risposte alle modifiche progettuali proposte il rischio è la sospensione totale del cantiere. Se arrivano i pagamenti, il cantiere può continuare. Il contratto tra Anas e Bolognetta Scpa è stato prolungato fino a dicembre 2018”.