Le diete speciali e il servizio di refezione scolastica

0
409

 

D’Asta e Chiavola: “dopo le dichiarazioni del titolare della ditta, e’ necessaria l’immediata sospensione di ogni attivita’ per conto del comune”

Ragusa – “Siamo increduli per le affermazioni fatte dal titolare della ditta che gestisce il servizio di refezione scolastica a Ragusa. Dichiarazioni che la dicono tutta sull’improvvisazione con cui è gestita una situazione molto delicata e complessa, come quella delle diete speciali per bambini celiaci o con intolleranze particolari. Alla luce di ciò, proprio per evitare problemi di sorta che potrebbero avere ripercussioni molto gravi, come gruppo consiliare del Pd chiediamo che il sindaco provveda a sospendere immediatamente il servizio”. La richiesta proviene dal gruppo consiliare del Partito Democratico che già sin dall’inizio si è intestato questa battaglia affiancando i genitori. “Franco Flaccavento, titolare della ditta Stefano Srl, aggiudicataria del servizio per conto del Comune di Ragusa – affermano i consiglieri dem Mario D’Asta e Mario Chiavola – ha dichiarato a un’emittente televisiva di non essere ancora attrezzato per le diete speciali e che, in proposito, sarebbe stato pronto a giorni. Tutto questo quando il servizio ha già preso il via da 3 settimane, dallo scorso 8 gennaio, e quando in pratica lo stesso è stato aggiudicato qualche giorno prima. Ricordiamo che l’aggiudicazione avrà la durata di tre mesi e che, quindi, un mese circa è già trascorso. Quando vuole essere pronta la ditta per dare esecuzione a quanto previsto dal capitolato con riferimento alle diete speciali? Ma, al di là di questo, c’è anche un rischio concreto per i danni che potrebbero essere arrecati ai piccoli celiaci o con intolleranze varie quando, invece, è necessario, come tutti sanno, seguire un processo particolare prima che i pasti delle diete speciali possano essere serviti in refezione. Siamo veramente all’assurdo. Alla luce di tutto ciò, invitiamo il primo cittadino a disporre immediatamente la sospensione del servizio per evitare che la situazione possa degenerare. Per fortuna, ancora nessuno è finito all’ospedale. Ma dobbiamo aspettare che accada prima che sia assunta una decisione forte? Speriamo vivamente di no. Poi non si capisce bene di cosa stia parlando Flaccavento quando adombra il dubbio che il Pd intenda penalizzare la sua ditta per favorirne un’altra. Ci mancherebbe. Stiamo parlando di una ditta che non ha saputo svolgere al meglio il proprio servizio secondo quanto aveva certificato di sapere fare. E quindi è opportuno che questo rapporto possa essere interrotto subito, senza frapporre ulteriore tempo in mezzo”.

Ph:i Consiglieri comunali, da sx, D’Asta e Chiavola