Da oggi nuovi sportelli IMU aperti in via Ausonia. In arrivo semplificazioni e più servizi ai contribuenti

0
490

 

Palermo – Da oggi apriranno due nuovi sportelli di assistenza e informazioni IMU nel polo tecnico di Via Ausonia presso i quali sarà possibile
prenotare appuntamenti on line. Saranno aperti il *lunedì e venerdì *
*dalle 9 alle 13.30, il mercoledì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18.*
Parte anche il progetto di formazione del personale delle Circoscrizioni,
finalizzato ad aprire uno sportello tributi per ogni Circoscrizione, in
linea con l’obiettivo di potenziare il decentramento amministrativo.

Attivati su impulso dell’Assessore al Bilancio, Antonino Gentile, due
gruppi di lavoro per accelerare l’aggiornamento della banca dati tributaria
con le istanze di iscrizione, cancellazioni, variazioni e agevolazioni
inviate dai contribuenti e ridurre errori e aggravi che i cittadini non
devono subire.

Ciò in attesa di un cambiamento radicale dell’organizzazione, in
collaborazione con Anagrafe e Suap. Quando i contribuenti denunceranno la
cessazione della residenza all’anagrafe o dell’attività al Suap dovranno
essere questi uffici ad aggiornare direttamente la banca dati senza che
necessiti un doppio passaggio Anagrafe/Suap/Tributi.

In dirittura d’arrivo poi le modifiche al regolamento Tari, che prevedono –
per alcune situazioni in cui spettano delle agevolazioni – l’invio solo
della prima richiesta senza che l’istanza debba essere presentata ogni
anno, fino a quando non intervengono cambiamenti.

Il nuovo ravvedimento operoso, già approvato dal Consiglio, sarà poi utilizzato per raggiungere l’obiettivo della correzione spontanea di errori ed
omissioni ed evitare l’emissione di avvisi di accertamento.

Da aprile il Comune predisporrà e invierà ai contribuenti apposite lettere
nelle quali sono riportate le anomalie rinvenute nelle loro dichiarazioni o
versamenti, mettendo a confronto i dati dichiarati con quelli che il Comune
ha a disposizione all’interno delle proprie banche dati. In questo modo,
prima che l’Ufficio Tributi notifichi un avviso di accertamento, il
destinatario potrà regolarizzare l’errore o l’omissione attraverso il
ravvedimento operoso, riducendo le sanzioni.

Al contrario, se il contribuente ritiene corretti i propri dati, basterà
comunicarlo, indicando eventuali elementi e documenti di cui l’ufficio non
era a conoscenza.

“Da parte dell’Amministrazione – sottolineano il Sindaco, Leoluca Orlando e
l’Assessore al Bilancio – vi è un costante impegno per il miglioramento dei
servizi e favorire il dialogo fra cittadini e sistema del fisco comunale.

Dall’altra parte, stiamo attuando una mirata attività di contrasto all’evasione
e alla morosità, per assicurare ai tanti Palermitani che con sacrificio
adempiono al loro dovere fiscale una diminuzione della pressione fiscale”.