Avevano tentato una rapina facile ma i Falchi della Polizia di Stato li hanno inseguiti ed arrestati

0
389

 

Palermo – La Polizia di Stato ha tratto in arresto, per il reato di tentata rapina, Khelifi Adem, 19enne di via Trappetazzo e D.B.A., 16enne della zona di Ciaculli.

Ieri pomeriggio, la sala operativa ha diramato la nota di una rapina, tentata e non portata a compimento, nelle adiacenze di corso Pisani, da due giovani a bordo di un ciclomotore.

A resistere al tentativo di rapina e mettere in fuga i malviventi era stato un giovane palermitano che, appiedato insieme alla fidanzata, era stato raggiunto dalla coppia di malfattori.

L’inaspettata reazione della vittima, oltre a mettere in salvo il suo telefonino, vero obiettivo dei malviventi, aveva consigliato loro di desistere dal “colpo” ed allontanarsi velocemente.

Ancor più veloce è stata, però, la reazione della Polizia di Stato: i “Falchi” della sezione “Contrasto al crimine diffuso” della Squadra Mobile, sviluppando a tempo di record le sparute indicazioni giunte dai testimoni del reato, hanno individuato due giovani in corso Re Ruggero corrispondenti agli autori della tentata rapina. Questi, alla loro vista, hanno invertito il senso di marcia e sono fuggiti in direzione opposta, mettendo a repentaglio la loro e l’altrui incolumità. Ne è nato un lungo ed articolato inseguimento che si è dispiegato anche lungo le anguste stradine di Ballarò.

Khelifi e D.B.A., dopo avere abbandonato il ciclomotore, hanno tentato una disperata fuga a piedi in via Divisi e qui sono stati intercettati e raggiunti dai poliziotti.

I due sono stati condotti presso gli uffici della Mobile palermitana e tratti in arresto per il reato di tentata rapina.