Disservizi alla viabilità per i lavori stradali nel rione Tondicello Plaia

0
481
Il cantiere in mezzo a via Plaia

 

Catania – “Sempre peggio. Questa è la situazione del manto stradale in via Plaia e in molte altre strade del rione del Tondicello della Plaia. Un territorio completamente abbandonato da questa amministrazione dove i lavori per la posa della fibra ottica sono stati eseguiti spesso in modo assolutamente approssimativo ed hanno dato il colpo di grazia ad una mobilità già molto precaria. I residenti della zona hanno segnalato a Giuseppe Castiglione, presidente della commissione alla Viabilità del Comune etneo, come questo tipo di lavori, ancora oggi, non siano stati portati a termine a regola d’arte. In molte arterie limitrofe alla centralissima via della Concordia il manto stradale temporaneo rappresenta un grosso problema alla mobilità cittadina senza considerare il nodo legato alla sicurezza. In via Plaia da dieci giorni si trova una piccola struttura circondata dal nastro arancione di pericolo in modo molto approssimativo. “Protezioni” assolutamente instabili con gli spuntoni d’acciaio che possono ferite il malcapitato di turno che non presta particolare attenzione mentre transita da lì. E’ necessario che qualcuno si faccia male prima di rimuovere i pericoli dalle strade del Tondicello della Plaia? Ci deve scappare per forza la tragedia prima che Palazzo degli Elefanti intervenga? Già in questa parte del Tondicello della Plaia,infatti, si registrano un numero spropositato di incidenti stradali alcuni dei quali mortali. Lo dimostrano le tante targhe marmoree ed i mazzi di fiori, posti dai parenti, per ricordare il punto in cui il proprio caro ha perso la vita. Aggiungere ulteriori ostacoli a quelli preesistenti è l’ultima cosa che questa amministrazione può fare per garantire l’incolumità dei cittadini. Ecco perchè,in qualità di presidente della commissione alla Viabilità, Castiglione chiede al Primo Cittadino di Catania di inviare tecnici ed esperti comunali sul posto per verificare le condizioni dei luoghi, appurare la pericolosità della situazione e intimare alla ditta responsabile dei lavori di ultimare questi interventi in modo tale che i cittadini non rischino più di fare brutte cadute.”