La Polizia di Stato ha arrestato palermitano che, sebbene sottoposto alla detenzione domiciliare, continuava a spacciare

0
293

 

Palermo – La Polizia di Stato ha tratto in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, Giunta Mario, palermitano di 28 anni, già sottoposto alla misura della detenzione domiciliare.

L’arresto è stato effettuato dai poliziotti della Sezione Narcotici della Squadra Mobile i quali, nell’ambito di mirate attività d’indagine per il contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nel capoluogo, avvalendosi anche del prezioso contributo del cane antidroga della Polizia di Stato, Asko, hanno proceduto ad una perquisizione presso il domicilio del Giunta, nella zona della “Zisa”. Gli agenti hanno così rinvenuto un sacchetto di cellophane bianco contenente due “panetti” di Hashish, per un peso complessivo di circa 140 grammi, che l’uomo teneva nascosto tra i suoi abiti all’interno di un armadio della stanza da letto. Nel corso delle ulteriori fasi della perquisizione, all’interno dello stesso armadio, sono stati rinvenuti un coltello da cucina con residui di “hashish” sulla lama ed un rotolo di pellicola di cellophane trasparente, parzialmente utilizzata.

Alla luce di quanto accertato Giunta Mario è stato tratto in arresto e accompagnato presso gli Uffici della Squadra Mobile, per la redazione degli atti a suo carico.

La sostanza sequestrata è stata successivamente sottoposta ad analisi “narcotest” da parte del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica, che ne ha confermato la natura.