Canone locazione per imprese. Forza Italia presenta un Disegno di Legge che modifica l’art. 5 della l.r. 18

0
290

Palermo – “Siamo vicini agli imprenditori locali che con dedizione e sacrificio, si espongono a rischi più elevati per la prosecuzione della loro attività. Proprio perché subiscono onori di locazione con l’utilizzo di capitali privati, vanno aiutati con azioni legislative che permettano un risparmio tangibile”. Così l’on. Michele Mancuso, cofirmatario insieme all’on. Giuseppe Milazzo del Decreto Legge presentato all’Ars.

L’attuale articolo 5 della Legge regionale 18 maggio 1996 n.33 stabilisce le modalità di calcolo dei canoni di locazione nei riguardi delle imprese artigiane e delle piccole industrie che hanno localizzato la propria attività in rustici artigianali ed industriali, realizzati dai consorzi per le aree di sviluppo industriale, limitando però tale modalità a quelle imprese che avevano usufruito delle agevolazioni di cui alla legge 488/1992.

Di fatto, l’attuale normativa discrimina coloro i quali non rientrano nelle agevolazioni di cui alla legge 448/1992, ovvero tutte quelle imprese artigiane e piccole industrie che hanno localizzato la propria attività nei rustici realizzati dai consorzi per le aree di sviluppo industriale, che sostengono un onere di localizzazione utilizzando mezzi finanziari propri. Con il ddl presentato da Forza Italia, si auspica il raggiungimento di un’uguaglianza per le modalità di calcolo dei canoni di locazione del settore.