La Polizia di stato insegue e cattura giovane latitante dello Zen

0
322

 

Palermo – La Polizia di Stato, nell’ambito dei consueti servizi di controllo del territorio all’interno del quartiere Zen, ieri, ha rintracciato e tratto in arresto il 18enne Barone Andrea, sul quale pendeva un’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere emessa dal Tribunale per i Minorenni di Palermo, quale aggravamento della misura cautelare del collocamento in comunità, nonché un Decreto di Latitanza risalente allo scorso dicembre.

Questa la dinamica dei fatti: i poliziotti del Commissariato di P.S. “San Lorenzo” in servizio di controllo, transitando per via Trapani Pescia, hanno notato un giovane a bordo di un motociclo, Piaggio Zip, provenire in senso opposto al senso di marcia. Avvalendosi dei dispositivi di segnalazione luminosa in dotazione, hanno intimato al conducente di fermarsi, al fine di sottoporlo ad un controllo e contestargli anche la violazione al Codice della Strada. Il giovane, alla vista della pattuglia della Polizia di Stato ha accelerato repentinamente la marcia, cercando di eludere il controllo. Ne è, così, scaturito un rocambolesco inseguimento, prima a bordo dei rispettivi veicoli, poi appiedato, che è culminato poco dopo nei pressi di piazza Pallavicino, dove il fuggitivo è stato raggiunto e bloccato.

Nella stessa circostanza il 18enne palermitano è stato denunciato per il reato di guida senza patente ed il ciclomotore che guidava è stato posto sotto sequestro.

Barone, dopo gli accertamenti di rito, è stato condotto presso l’Istituto Penale per i Minorenni “Malaspina”.