Il comune di Avola selezionato nel progetto “Riformattiva” sul tema “Semplificazione”

0
448

 

Avola (Sr) – Il Comune di Avola è stato selezionato nell’ambito del progetto del dipartimento della funzione pubblica Riformattiva sul tema oggetto della riforma “semplificazione”, procedure di autorizzazione per cittadini e imprese, tempi di rilascio, conferenza dei servizi e modulistica unica. L’amministrazione comunale di Avola aveva presentato la propria candidatura in relazione dell’attività svolta in tema di procedimenti volti alla semplificazione attraverso lo Sportello unico per le attività produttive e la dematerializzazione. La Comunicazione dell’avvenuta selezione e pervenuta all’ufficio del Suap.

Siamo stati selezionati – le parole del sindaco Luca Cannata – perché punto di riferimento nelle pratiche del Suap in tema di semplificazione e abbiamo dimostrato celerità ed efficienza nelle pratiche amministrative per le imprese ”.

L’avviso era rivolto alle pubbliche amministrazioni regionali e locali (province; comuni con popolazione tra i 20.000 e i 200.000 abitanti; unioni di comuni) e intendeva raccogliere l’interesse a partecipare al progetto di 60 amministrazioni, che definiranno e realizzeranno un intervento organizzativo, della durata complessiva di 9 mesi, volto all’implementazione della riforma nell’ambito dei temi della semplificazione (settore che ha visto Avola tra i Comuni prescelti), accesso civico e gestione delle risorse umane. L’amministrazione comunale selezionata avrà l’opportunità di usufruire gratuitamente del supporto di società e centri di consulenza, per implementare, raffinare ed adattare, in base al contesto organizzativo di ognuna, soluzioni organizzative efficaci e strumenti utili a razionalizzare procedure messi a punto nella prima fase del progetto e confrontarsi e fare parte di una rete di amministrazioni impegnate in processi di riforma ed innovazione amministrativa, attraverso la partecipazione a workshop, seminari, attività di formazione in presenza e a distanza. Avola sperimenterà soluzioni organizzative necessarie all’implementazione di interventi di semplificazione (introduzione della conferenza di servizi) affrontandone le dimensioni organizzative, tecnologiche, di coinvolgimento del personale e degli stakeholder (i cosidetti portatori di interesse).