Borgo Nuovo, sequestrato uno stabilimento in disuso: all’interno rinvenuta una discarica abusiva

0
342

 

Palermo – Il nucleo operativo protezione ambiente della Polizia Municipale ha sequestrato in via Scala Carini, nel quartiere Borgo Nuovo, una ex
fabbrica abbandonata dove all’interno è stata riscontrata una discarica
abusiva.

L’intervento è stato predisposto dal Comandante Gabriele Marchese per il
riscontro delle segnalazioni ricevute.

Gli agenti durante il sopralluogo effettuato nell’ex Biofert uno
stabilimento in disuso di circa seimila metri quadrati, un tempo
specializzato nella produzione di fertilizzanti, hanno individuato nel
retroprospetto, all’interno dei capannoni, una discarica abusiva contenente
ogni sorta di rifiuti, sfabbricidi. guaine bituminose, ingombranti, vetro,
plastiche ed anche amianto.

La struttura composta da due edifici contigui ed un cortile comunicante è
stata abbandonata all’incuria ed alle razzie dei vandali, con le mura
degli interni distrutte, i pavimenti divelti e priva dei sanitari ed
impianti elettrici.

Insieme agli agenti del Nopa erano presenti funzionari dell’Agenzia
Regionale Protezione Ambiente (Arpa), Azienda Sanitaria Provinciale (Asp) e
della Regione Siciliana, proprietaria dell’immobile.

Dopo il fallimento della Biofert, lo stabilimento è passato di mano ad
alcune società partecipate con alterne fortune, fino a quando nel 2014 la
Regione Sicilia è intervenuta con l’emissione di un decreto, annettendo lo
stabilimento al patrimonio regionale.

L’immobile sequestrato è stato affidato in custodia giudiziale al dirigente
del servizio locazioni e patrimonio disponibile della Regione Sicilia, per
attivare le procedure previste dal testo unico ambientale, finalizzate alla
bonifica del sito.-