Sciopero indetto dallo Snalv

0
281

 

Pulizieri del Comune di Belpasso e insegnanti di sostegno a Catania senza stipendio da mesi

Belpasso (Ct) – Sono due gli scioperi indetti dal sindacato Snalv a Catania per questa mattina.

A partire dalla 9 i lavoratori che si occupano delle pulizie al Comune di Belpasso si asterranno dal lavoro contro la mala gestione dello stesso e il conseguente e continuato ritardo nel pagamento degli stipendi. I 10 lavoratori si dicono stanchi di dovere tirare a campare perché lo stipendio arriva sempre 4 o 5 mesi dopo il dovuto. “Più volte convocati in Prefettura, i rappresentanti del Comune di Belpasso a volte vengono altre no, in ogni caso il problema non lo risolvono mai”, afferma il segretario regionale Snalv, Antonio Santonocito. “È vergognoso che un Comune tratti così i lavoratori che provvedono a mantenere pulito il municipio, saranno forse considerati lavoratori di serie B?”, chiede ironico Santonocito.

Sempre questa mattina, in sciopero anche gli insegnati di sostegno della cooperativa Vita sì, che fanno servizio nelle scuole dell’obbligo comunali. Cambia il Comune di riferimento, questa volta è il Comune di Catania, ma non il problema: il ritardo dei pagamenti dello stipendio. Anche loro una decina, domani si asterranno dal lavoro. “È assurdo che si attenda ancora il pagamento di dicembre, non si può sempre versare sui lavoratori le inefficienze di altri. – dichiara ancora il segretario regionale Snalv -. Quando poi gli inadempienti sono enti pubblici come in questi casi, la vertenza è ancora più triste. Continueremo a scioperare per l’affermazione dei diritti”.