Nell’anniversario dell’anatema contro la mafia, istituito il premio Memorial Giovanni Paolo II

0
903
Da sx:Sardisco, Pennisi e Mannino

 

Monreale (PA) – Nell’anniversario dell’anatema contro la mafia, istituito il premio Memorial Giovanni Paolo II. «In sintonia nel dire “No” a ogni forma di violenza e di mafia e con la benedizione e la firma di Mons. Michele Pennisi, lo staff di presidenza del Parlamento della Legalità Internazionale guidato e coordinato da Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco hanno dato vita al Premio Memorial “San Giovanni Paolo II” visto che fu proprio il Papa polacco l’8 settembre del 1994 a inviare una lettera a Nicolò Mannino invitandolo a proseguire nel cammino culturale che ha visto la nascita del Parlamento della Legalità oggi presente in quasi tutte le regioni d’Italia. Mons. Michele Pennisi, guida spirituale di questo movimento interconfessionale e interreligioso ha firmato e timbrato il Premio che verrà conferito il prossimo 22 maggio a Monreale a conclusione della Marcia della Gioia e della Vita, a una personalità che si è contraddistinta nella lotta alla mentalità mafiosa a partire dalla “Gioia del Vangelo”. “Desidero esprimere affetto gratitudine e vicinanza a Mons. Michele Pennisi, Arcivescovo di Monreale e nostra guida spirituale che sempre ci è vicino con paterna vicinanza nella preghiera e nell’incoraggiamento a portare avanti tante iniziative che vedono protagonisti i bambini, gli adolescenti e i giovani che amano la vita e ripudiano ogni forma di violenza e arroganza che sa di mentalità mafiosa”. Da anni ormai Mons. Michele Pennisi è al timone spirituale del Parlamento della Legalità Internazionale e di questo meraviglioso movimento che profuma di giovinezza e di entusiasmo ne ha presentato le linee guida a Montecitorio, in sede a Monreale e in diverse occasioni cita il lavoro cristiano che scaturisce dalle molteplici iniziative che “sbocciano” sotto lo sguardo di “Maria Stella del Mattino”. Recentemente Mons. Michele Pennisi ha accolto familiarmente e incontrato la famiglia Sardisco (papà Salvatore vice presidente del Parlamento della Legalità Internazionale, la moglie Helga Guardì e il figlio Francesco, al quale l’Arcivescovo ha indirizzato affettuosi auguri per la sua prima comunione il prossimo 19 maggio nella Chiesa di San Castrense) nel Palazzo Arcivescovile e qui ha controfirmato e timbrato la pergamena del “Premio Memorial  Giovanni Paolo II” che andrà ad una personalità che a partire dalla Gioia del Vangelo ha testimoniato con la vita e fatti credibili il proprio “NO” alla sub cultura della violenza. “Mons. Michele Pennisi, – sottolinea Salvatore Sardisco – è per noi un punto  di riferimento costante e con lui ci si confronta e si cresce veramente alla scuola del Vangelo. La presenza serena, gioiosa, familiare e paterna di Mons. Pennisi ci sprona quotidianamente a fare sempre di più e sempre meglio per proporre il messaggio della Speranza e della Vita a partire dai banchi di scuola”. Intanto, dirigenti scolastici dalla Lombardia, dalla Campania, Puglia, Sicilia (pure da Palma di Montechiaro) continuano a telefonare e dire che il 22 maggio saranno presenti a Monreale per “La Marcia della Gioia e della Vita” (prevista la partecipazione di un migliaio di studenti). Nessun finanziamento, tutto con sacrifici di tasca propria, ma ne vale la pena, perché non tutto si fa per e con il denaro ma principalmente con amore e per amore, come hanno fatto tanti uomini e donne che per Amore hanno pagato con la vita un impegno a favore di una cultura di rinascita». 

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo