Avanti miei prodi…Salvini e Di Maio,coraggio!

0
553
Luigi Di Maio M5s

 

Catania – Avete la possibilità,marciando assieme e con l’appoggio pure di tantissimi italiani che non vi hanno votato,di dare una robusta spallata al regime partitocratico che ci opprime oramai da oltre mezzo secolo…Defraudati da Mattarella del diritto ad esprimere il governo uscito fuori dalle scelte elettorali del 4 marzo, vi trovate già oggi con Cottarelli erede designato dallo UEismo a governare l’Italia in nome e per conto della Merkel e soci ueisti vari. Come e per quanto tempo ? Secondo logica..per troppo!

Visto l’andazzo,questo presidente (ancora in carica pure in caso di elezioni anticipate a breve) non permetterà mai la formazione di un governo che non sia “gradito” alla Germania, alla Francia,alle banche,alla finanza,al mercato ed alla tecnoburocrazia che si può sinteticamente definire UEismo.

Allora, cosa fare? Secondo la mia modestissima opinione già ieri sera il Quirinale avrebbe dovuto trovarsi in stato d’assedio da parte dei vostri attivisti ed elettori scippati da Mattarella del diritto ad esprimere il governo della nazione. Con pericolo di scontro con i sostenitori della linea ueista presidenziale? Non credo proprio che Renzi,Berlusconi,Boldrini e compagnia bella abbiano attualmente questa forza,neppure ricorrendo agli immancabili partigiani e centri sociali…in ogni caso,a caldo,avete scartato e fatto sfuggire l’opzione.

Però,caro Di Maio, ieri (preceduto da Di Battista) hai indicato una strada legalitaria per mettere davvero in difficoltà la combriccola istituzionale al potere: mettere sotto accusa Mattarella in parlamento!

Se tu,Salvini, effettui finalmente lo strappo decisivo per mandare vaffanculo Berlusconi e sposi in pieno la scelta di incriminare Mattarella l’effetto sarà dirompente,

sconvolgerà i piani presidenziali di traccheggiare in attesa di tempi migliori e darà precise indicazioni al popolo italiano che,questa volta, si fa sul serio!

Salvini lo farai e rafforzerai questo asse con Di Maio? Spero proprio di si..sono certo che questa azione comune sarà compresa ed appoggiata da un robustissimo consenso popolare!

Ah,nel frattempo suggerirei ad entrambi un’altra scelta indicativa da prendere subito (sempre legalitaria) : ignorare Cottarelli,non presentarsi ad incontri e consultazioni inutili e fasulle..radunare per il prossimo 2 giugno quanta più gente possibile ai Fori Imperiali per contestare (civilmente) Mattarella, facendogli capire una volta per tutte che non rappresenta più l’interezza del popolo italiano!

Vincenzo Mannello