Amministrative, De Luca: a Partinico mostre permanenti su Il Giorno della civetta e Danilo Dolci

0
681

 

Partinico (Palermo) – “Non bastano case vacanza e b&b, per un turismo di qualità. A queste strutture, così come a tutte le altre forme di ricettività, vanno affiancate iniziative ragionate di turismo che guardino alle nicchie, ai segmenti che il nostro territorio può soddisfare meglio – Maurizio De Luca, candidato sindaco del centrodestra a Partinico, si sofferma anche sulla vocazione turistica del territorio che intende rappresentare – Penso ad un turismo eno-gastronomico, che coinvolga le nostre eccellenti cantine, ad un turismo sociale, attento alla qualità della vita, anche in vacanza, delle fasce più deboli della popolazione, così come ad un turismo religioso, che conduca i flussi di visitatori verso il Santuario della Beata Pina Suriano e il  Santuario della Madonna del Ponte.

Ma un’attenzione puntuale dedicherò a due iniziative che vanno oltre le categorie del turismo, in quanto toccano la cultura, la storia, le piaghe sociali del territorio e anche il vissuto dei partinicesi, che di questo hanno memoria diretta o riferita dai propri cari.

 Intendo far nascere a Partinico due mostre permanenti, l’una dedicata a Danilo Dolci che, sposando le sofferenze della nostra terra,  divenne il Gandhi italiano, e l’altra all’indimenticabile film             Il giorno della civetta, che nel 1968 Damiano Damiani girò a Partinico. Tutte le famiglie furono coinvolte nella realizzazione, io stesso ricordo zio Costanzo raccontare le riprese con Claudia Cardinale, ogni angolo della città e della sua campagna è stato set di un film immortale di cui ricorre il 50° anniversario.

Raccontare la nostra città attraverso immagini inedite, testimonianze multimediali e quanto materiale sia reperibile servirà a mantenere viva tra tutti noi la memoria di quel tempo e di quella Sicilia, costituendo anche elemento catalizzatore di un turismo per una volta distratto dai circuiti usuali”.