Da tutta la Sicilia a Monreale per la selezione dello Zecchino d’Oro

0
1998

 

Monreale (PA) – Da tutta la Sicilia a Monreale per la selezione dello Zecchino d’Oro – Salvo Sardisco: “Un successo mai visto”. «Sono arrivati da tutta la Sicilia, rispondendo positivamente e in tanti, all’invito proposto da Salvatore Sardisco, vice presidente del Parlamento della Legalità Internazionale, a vivere l’esperienza canora dello Zecchino d’Oro. A dare il consenso Claudio Zambelli anima dello Zecchino d’Oro arrivato da Verona dove in questa città del Veneto è anche coordinatore Culturale del Parlamento della Legalità Internazionale. Claudio Zambelli è una personalità solare, professionalmente preparata e da anni grande fautore e sostenitore del movimento culturale fondato da Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco. Più volte Claudio Zambelli ha voluto a Verona Nicolò Mannino per prendere parte e dare il suo messaggio anche dinnanzi l’Arena di Verona in occasione della Festa della Mamma con la corale dello Zecchino d’Oro. Questa volta il merito di aver suggerito la città di Monreale come sede della selezione dello Zecchino d’Oro va tutto a Salvatore Sardisco. Ci ha creduto da sempre. “Avere la selezione dello Zecchino d’Oro a Monreale è per noi un orgoglio e un modo chiaro per dire che il presente va dato ai bambini, alle loro speranze e ai loro sogni”. Claudio Zambelli da subito ha accolto la proposta di Salvo Sardisco e grazie alla grande familiarità tra i due, la selezione ha preso corpo in modo stupendo.  La selezione si è svolta presso l’aula magna dell’Istituto Comprensivo “Antonio Veneziano”, dove a dare il benvenuto è stata la dirigente scolastica Beatrice Moneti da sempre sensibile e partecipe alle iniziative culturali che vedono protagonisti gli studenti sia di Monreale che della provincia palermitana. E non poteva essere in un altro luogo se non proprio nella splendida scuola dell’Istituto “Antonio Veneziano” sede dell’Ambasciata dell’Armonia del Parlamento della Legalità Internazionale. Sono stati più di ottanta i bambini che si sono presentati bravi e disinvolti, spigliati e molto espressivi, con quella bravura e quella genuinità che è tipica dei piccoli artisti che fanno tutto per gioco, ma non amano giocare con i loro talenti. Claudio Zambelli si avvale della collaborazione di un bravo giovane, Paolo che prepara i bambini e li incoraggia ad afferrare il microfono e dare il meglio di loro. Soddisfatto Claudio Zambelli e ancor di più Salvatore Sardisco: “Se la scuola è palestra di vita – dice Sardisco – questa esperienza vissuta a Monreale traduce nel concreto tutti i sogni dei bambini che sono i veri protagonisti del presente”. Claudio Zambelli è contento come del resto lo sono la dirigente scolastica Beatrice Moneti donna preparata e molto vicino ai bisogni dei bambini. I bambini cantano e si applaudono a vicenda. Ci si saluta e si attende il risultato. Claudio Zambelli rientra a Verona mentre Salvo Sardisco precisa: “E’ stato un successo da ripetere anche perché le nostre sedi devono dare voce a chi ha diritto di parola e di canto”». Nella foto: da destra Salvatore Sardisco, Claudio Zambelli la dirigente scolastica Beatrice Moneti e la professoressa Francesca Panno.

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo