Cara di Mineo, precisazione dalla Prefettura

0
412

 

Catania – Con riferimento all’articolo di stampa pubblicato sul giornale “La Sicilia” e relativo ai lavoratori del Cara di Mineo, si precisa che la procedura di gara in corso per l’individuazione dei soggetti che provvederanno alla fornitura dei beni e servizi nel centro prevede espressamente all’art. 23 del disciplinare di gara, nonché all’art.9 del capitolato di appalto,  la cosiddetta “clausola sociale” secondo la quale gli aggiudicatari dei lotti si impegnano ad assorbire prioritariamente nel proprio organico il personale già operante nel centro.