Consulta delle culture

0
422

“Palermo conferma identità interculturale. A breve al voto: sarebbe stato necessario maggiore coninvolgimento comunità migranti per aumento candidature.”

Palermo – “La Consulta delle culture si dimostra un prezioso strumento di partecipazione delle comunità migranti presenti a Palermo – affermano  i consiglieri di Sinistra Comune Giusto Catania, Barbara Evola, Katia Orlando e Marcello Susinno. Attraverso questa risorsa  Palermo conferma di essere una  città interculturale e solidale, i cui valori vanno coltivati e promossi ogni giorno.  Il 24 giugno si voterà per il rinnovo della Consulta, sarà un giorno di festa e un momento di crescita culturale e sociale per tutta la città. Tuttavia c’è l’amarezza di avere avuto poche candidature. Sono ventisei i nomi in lizza infatti per  ventuno eletti: a nostro giudizio non è un buon risultato. Sarebbe  stato opportuno investire in promozione e pubblicità, puntando ad un coinvolgimento ampio delle comunità migranti e dei consolati. Ciò avrebbe determinato più condivisione e partecipazione”.

Ph:Il gruppo di Sinistra Comune. Da sx: Katia Orlando, Marcello Susinno, Barbara Evola, Giusto Catania