Mobilità e popolazione scolastica in decremento

0
196

 

La Uil Scuola Sicilia “bacchetta” la Regione e il Miur. Il segretario generale Claudio Parasporo: “garantire le professionalità che si sono specializzate nel tempo e investire di più per adeguare l’isola agli standard delle altre regioni italiane”

Palermo – “I dati forniti dall’USR della Sicilia confermano la diminuzione costante della popolazione scolastica in atto ormai da diversi anni: basta citare Palermo, dove la scuola primaria perde ogni anno, in media, 1.000 alunni: un fenomeno collegato alla progressiva desertificazione demografica della provincia, che neppure i flussi migratori compensano e alla quale si aggiunge, drammaticamente, l’inadeguatezza della politica che non permette la crescita dell’occupazione nel settore”.

Ad affermarlo è il segretario generale della Uil Scuola Sicilia Claudio Parasporo che, in una nota, fa il punto sulla mobilità, con alcune precisazioni che riguardano l’organico di sostegno.

Si tratta di un capitolo a parte – spiega Parasporo riferendosi a quest’ultimo – poiché la mobilità per l’anno scolastico 2018/2019 ha registrato la disponibilità di appena sette posti in ingresso: numeri che stridono con l’organico di adeguamento che ogni anno l’Ufficio Scolastico Regionale mette a disposizione delle istituzioni scolastiche della provincia di Palermo”.

 Per l’anno scolastico 2017/2018 a Palermo sono stati assegnati ben 1.920 posti in organico di adeguamento sul sostegno.

M.L.B.