Movida. Controlli della Polizia Municipale su somministrazione alimenti e bevande

0
386

 

Palermo – La polizia municipale nel fine settimana ha compiuto dei controlli notturni sulle attività di somministrazione di alimenti e bevande. Il
comandante Gabriele Marchese ha predisposto un piano di accertamenti a
tutela della salute del consumatore e della quiete pubblica, a
garanzia dei gestori che operano nella legalitá.

Gli agenti del Caep il nucleo di controllo delle attività produttive
hanno compiuto accertamenti su quattro locali, tre in cittá
rispettivamente ubicati in via della Gioiamia al Capo, via Maqueda e
via Daita ed uno sul lungomare Cristoforo Colombo.

Il risultato finale dei controlli è stato di sanzioni per un importo
di oltre 12.00 euro, tre persone denunciate all’autoritá giudiziaria,
due per oltraggio a pubblico ufficiale ed una per abusivismo edilizio
e disturbo della quiete pubblica, oltre ad un’attività abusiva
sequestrata.

In via della Gioia Mia, al Capo, l’attività è risultata priva di
autorizzazione alla somministrazione di alimenti e bevande, sprovvista
di certificazione sanitaria, priva delle tabelle alcolemiche e
dell’apparecchiatura alcoltest da mettere a disposizione degli
avventori. Per tutte queste violazioni é stata effettuata l’immediata
interruzione dell’attività abusiva con l’apposizione dei sigilli e
conseguente sequestro dell’attività.

Ad un market di via Maqueda sono stati contestati la mancata
esposizione dei prezzi al pubblico e della tabella degli orari di
apertura e chiusura ed é stata inoltre riscontrata l’installazione
abusiva di una tenda solare.

In via Gaetano Daita invece, ad un pub le sanzioni sono state
comminate per la mancata esposizione della tabella degli orari
apertura e chiusura dei locali.

Infine sul lungomare Cristoforo Colombo, il titolare di un locale é
stato denunciato all’autorità giudiziaria per abusivismo edilizio e
per disturbo della quiete pubblica; per una struttura chiusa sul
terrazzamento esterno di pertinenza del locale e per la musica ad
alto volume con disturbo del riposo notturno dei residenti.

Inoltre sono state comminate sanzioni per la mancanza di
certificazione sanitaria, apparecchio alcoltest, tabelle alcolemiche e
tabella d’apertura e chiusura. Nel corso dei controlli sono stati
denunciate due persone per oltraggio e minacce a pubblico ufficiale.