Contro mafia e camorra basta vivere il Vangelo: con Don Luigi Merola e Nicolò Mannino per dire si alla vita…

0
895

 

Monreale (PA) – Contro mafia e camorra basta vivere il Vangelo: “con Don Luigi Merola e Nicolò Mannino per dire sì alla vita…”. «Sarà Don Luigi Merola, sacerdote “anticamorra” la personalità invitata dallo staff del Parlamento della Legalità Internazionale per chiudere un intenso anno di attività culturali vissute con entusiasmo e zelo in diverse città d’Italia. L’appuntamento è fissato per le ore 19.30 presso la terrazza del “Il Giardino degli Aranci” a Monreale a pochi passi dalla splendida “cattedrale d’oro”.  Il via al progetto formativo culturale “Come in un chicco di grano” è stato dato nella sala dei gruppi Parlamentari a Montecitorio lo scorso tre novembre. Da quel giorno quasi tutti i fine settimana, Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco (rispettivamente presidente e vice presidente di questo movimento culturale interconfessionale e interreligioso) hanno girato l’Italia in lungo e in largo dando  vita a diverse “Ambasciate del Parlamento della Legalità Internazionale” incontrando migliaia di studenti. Sabato si tirano le fila e proprio per mettere un sigillo singolare e significativo arriva da Napoli-Scampia Don Luigi Merola, volto noto ai mass media per un incisivo impegno a favore del Vangelo e quindi contro ogni forma di violenza. A Don Luigi Merola verrà conferito il Premio Memorial “Giovanni Paolo II”, firmato da Nicolò Mannino e controfirmato da Mons. Michele Pennisi, Arcivescovo di Monreale, guida spirituale del Parlamento della Legalità Internazionale e componente della Commissione della Giustizia e della Pace in Vaticano. L’affetto e la stima tra Mannino e Merola nasce e diventa saldo dopo una forte manifestazione culturale presso l’Istituto Alberghiero di Ottaviano (NA) in occasione della Settimana della Legalità che ha visto il Parlamento della Legalità Internazionale festeggiare il primo giorno di primavera a Ottaviano, nel famigerato castello dominato dal camorrista Cutolo e ora ritornato alla collettività. La troupe della Rai ha immortalato l’evento accendendo i riflettori su Nicolò Mannino e i suoi giovani del Parlamento della Legalità Internazionale e Multietnico arrivati da Palermo per dire un forte SI alla vita e un netto NO alla violenza. Sabato il rapporto fraterno ed amicale tra Don Luigi Merola e Nicolò Mannino diventa ancora più forte, inscindibile poiché i due amici hanno posto al centro del loro agire il Vangelo, l’azione forte e inconfondibile di Gesù Cristo che per tutta la sua missione ha alzato il dito contro farisei e ipocriti annunciando un’alba di riscatto dove anche la morte viene sconfitta dall’amore. Nicolò Mannino e Salvatore Sardisco accoglieranno Don Luigi Merola con fraterno affetto e per cooperare insieme a favore di una cultura di fratellanza, di solidarietà e di speranza. Sabato sarà la giornata della “Speranza” dell’abbraccio tra Parlamento della Legalità Internazionale e “A’ Voce d”e Creature”, Fondazione nata e voluta da Don Luigi Merola per dire a chiare lettere quanto ribadito da Gesù Cristo “Se non diventerete come bambini non entrerete nel regno dei cieli”. “Non esiste l’uomo antimafioso o anticamorrista dice Nicolò Mannino – esiste il Cristiano che degno del nome che porta agisce in funzione di una chiamata alla quale renderemo conto alla fine dei nostri giorni”. E poi Nicolò precisa: “Don Luigi Merola è uno di quei sacerdoti che alimenta la sua chiamata con la preghiera e il coraggio di chi non teme violenti e violenza, è un uomo tutto d’un pezzo, un discepolo innamorato follemente del suo Maestro che si chiama Gesù Cristo”. Per Nicolò Mannino non ci sono dubbi: “Il coraggio del mafioso viene alimentato solo dalla paura degli onesti. Se ogni “Cristiano”, se ogni “Uomo Libero” fosse certo che la schiena va tenuta sempre diritta e lo sguardo sempre in altro, il violento con tutte le sue etichette avrà poche ore di vita”. Con questa certezza e con un clima di gioia, di accoglienza e di festa si attende a Monreale l’arrivo di Don Luigi Merola che avrà l’abbraccio affettuoso e fraterno della grande e bella famiglia del Parlamento della Legalità Internazionale».

Ph:Don Luigi Merola

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo