Ecco la prima moneta della legalità e della solidarietà, unica al mondo

0
2261

 

Palermo – Ecco la prima moneta della legalità e della solidarietà, unica al mondo. «E’ incisa su una targa e porta con sé anni di impegno culturale a favore dei grandi valori della vita, un segno forte e inequivocabile dove per

una volta al mondo la moneta non è solo segno del “compra e ti offro” ma ti offro con gioia un messaggio che sa di etica e di moralità che affonda le sue radici nel cuore dei principi forti del vivere “vero” come pace, solidarietà, giustizia, fratellanza tra i popoli, accoglienza, amore verso i poveri più poveri. A pensare a un dono simbolo di riscatto dal denaro “sporco e spesso macchiato di sangue innocente” ci ha pensato il Parlamento della Legalità Internazionale chiedendo a un grande artista di coniare una moneta/simbolo con il logo del Parlamento della Legalità Internazionale e quello della Banca Monte Pruno, una di quelle che la solidarietà, il concetto di etica/morale, di aiuto al mondo giovanile e imprenditoriale lo conosce bene. L’opera è realizzata con le maestranze digitali ed artigianali della fonderia Nolana “Del Giudice”, azienda leader nelle preziose ed esclusive produzioni artistiche di ogni genere. L’idea balzata in mente a Nicolò Mannino, presidente del Parlamento della Legalità Internazionale, ha trovato il consenso della dirigente scolastica Pasqualina Nappi che subito ha messo in moto la macchina del “fare” e grazie alla preziosa collaborazione del docente Pasquale Russo l’idea della “moneta della solidarietà” ha trovato forma e consistenza in una targa che è arrivata a destinazione. “Avendo avuto modo di conoscere da vicino e con grande fraternità la bella persona di Michele Albanese – dice Nicolò Mannino – e tutto lo staff che circondano la splendida realtà della Banca “Monte Pruno”, notando con dati alla mano che è una realtà che non mira al guadagno come unico fine dell’agire bensì nel progresso, nella solidarietà, nell’apertura al mondo giovanile e alla cultura del produrre per crescere, ho subito pensato a una moneta che va controcorrente, che non mette al centro il “dio denaro” bensì il “Dio Fratellanza e il Dio Accoglienza”. Così grazie alla collaborazione della Dirigente Scolastica Pasqualina Nappi con la quale da tempo collaboriamo per una cultura di bellezza e di vita tra i banchi di scuola, ho chiesto di farmi conoscere una fonderia per un dono “singolare” a una Banca e al suo Direttore Generale che meritano tanto riconoscimento”. La moneta nasce così tra Cimitile e Nola e a consegnarla al Direttore Generale Michele Albanese, è proprio Nicolò Mannino senza tanti riflettori accesi ma solo nella ferialità di un incontro culturale tra chi alle parole preferisce i fatti. La medaglia, incisa in una targa e custodita in un cofanetto di velluto blu, è stata consegnata da Nicolò Mannino al fraterno amico Michele Albanese e porta in se ciò che non si vede, e l’occhio distratto non riesce a cogliere. “E’ un segno di gratitudine, di affetto fraterno e disinteressato che dal Parlamento della Legalità Internazionale va verso la Banca Monte Pruno nella meravigliosa persona di Michele Albanese e di tutti i componenti di questa realtà, compresi gli amici del Circolo e della Fondazione, tutte persone – precisa Nicolò Mannino – che hanno un grande cuore e tanta professionalità nel lavoro che svolgono”. Non ci sono dubbi: L’intesa culturale verso l’amore alla vita, al mondo giovanile, allo sviluppo del territorio e al bene della collettività che unisce Nicolò Mannino e Michele Albanese è grande. Nasce così la prima moneta della “fratellanza” e va subito fra le mani e posata nel cuore dei giovani coscienti che una moneta può dare valore a ciò che non si può comprare ma solo sperimentare: l’Amore alla vita e la solidarietà fattiva verso i poveri più poveri. A Nicolò Mannino e Michele Albanese il merito di crederci fortemente».

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo