Prodotti della mandorla e agricoli tutelati con la De.Co.

0
235
Il sindaco Luca Cannata

 

Avola (Sr) – Istituire la Denominazione comunale (De.Co) di Avola per censire e valorizzare le attività e i prodotti agro alimentari del territorio anche come strumento di promozione dell’immagine del Comune. L’amministrazione Cannata ha inviato la proposta al Consiglio comunale, con allegato la bozza di regolamento del De.Co, puntando così sulla salvaguardia e valorizzazione delle risorse del territorio e delle peculiarità produttive locali. Istituendo la Denominazione comunale si vuole innanzitutto censire quei prodotti legati alla storia e alla cultura così da promuoverli e garantirne la sopravvivenza attraverso operazioni di marketing territoriale.

Per “prodotto tipico locale” viene inteso quello derivante da attività agricola, anche se lavorato o trasformato, e i prodotti artigianali realizzati sul territorio secondo modalità consolidate nei costumi e nelle consuetudini. “Si tratta di uno strumento per proteggere la tipicità dei prodotti, dei saperi e dei sapori che si identificano con la tradizione e la cultura di Avola – dice il sindaco Luca Cannata – ad esempio il famoso “bianco mangiare” ovvero il budino di mandorla o la granita di mandorla saranno tutelati e valorizzati”.

I prodotti Deco verranno inseriti in un registro pubblico di imprese che hanno ottenuto il diritto di utilizzare la Denominazione comunale. Il regolamento sarà ora vagliato dai consiglieri comunali e valido solo dopo l’approvazione in assise, cui spetterà il compito di approvare anche l’albo comunale delle iniziative e manifestazioni che riguardano attività e produzioni agro alimentari con particolare interesse collettivo e un’attenzione e rilevanza pubblica.

Ph:Luca Cannata, sindaco di Avola