Salvatore Sardisco: un uomo che convince e dà certezze per un presente più vero

0
856

 

Palermo – Salvatore Sardisco: un uomo che convince e dà certezze per un presente più vero. «E’ un “Uomo” tutto d’un pezzo: solare, deciso, forte e convinto nel proporre un messaggio di vita che va oltre gli schemi. I bambini quando lo incontrano lo salutano per nome, tanti insegnanti di diversi istituti comprensivi del Paese lo ringraziano per aver dato un valido contributo alla diffusione concreta e vera del progetto formativo culturale per la legalità e mentre il sindaco del Comune di Monreale lo nomina suo consulente per la “cultura della legalità e cittadinanza attiva”, Mons. Michele Pennisi (Arcivescovo di Monreale e guida Spirituale del Parlamento della Legalità Internazionale) più volte ha avuto verso di lui parole di affetto e indiscussa stima. Stiamo parlando e scrivendo di Salvatore Sardisco, vice presidente del Parlamento della Legalità Internazionale che già nel suo curriculum ha inserito ben cinque cittadinanze onorarie e diversi segni di riconoscimento proprio per il suo costante, silenzioso, incisivo e forte impegno culturale a favore dei veri valori della vita proponendo ai giovani il rispetto dei principi della Costituzione Italiana e l’Amore incondizionato al Vangelo indirizzando lo sguardo verso i poveri più poveri. Non stiamo qui a tessere le lodi di un uomo qualunque ma parliamo di chi per anni a fianco di Nicolò Mannino (Presidente del Parlamento della Legalità Internazionale) agisce e coordina appuntamenti culturali dalla Lombardia alla Sicilia incassando anche un plauso e la stretta di mano dal Presidente della Camera dei Deputati lo scorso 23 maggio all’aula bunker di Palermo nel 26esimo anniversario della strage di Capaci. Salvatore Sardisco è principalmente un “Uomo” forse di altri tempi, di quelli che credono che la parola “Legalità” vada vissuta e non decantata inutilmente che la solidarietà si chiama azione concreta e aiutare il prossimo chiunque esso sia e non solo argomenti di conferenze. A Monreale ha saputo organizzare una “Tre giorni di festa”, di gioia e di entusiasmo coinvolgendo cittadini, scuole, uomini delle istituzioni e del mondo ecclesiale. Grazie alla forte amicizia con Claudio Zambelli ha portato a Monreale (a titolo gratuito) la selezione dello Zecchino d’Oro dando a tanti bambini l’opportunità di cantare la bellezza della vita. Tanto si potrebbe e si dovrebbe scrivere su quest’uomo, ma farlo oggi significa additare positivamente chi crede nella cultura della vita dando il meglio di sé pur essendo marito, padre e Assistente Capo della Polizia Penitenziaria. E poi siamo riusciti a sapere perché lo fa. “Quando siamo soli con noi stessi – ha detto Salvatore Sardisco in una conferenza dinnanzi a centinaia di bambini – dobbiamo metterci dinnanzi a Dio e chiedergli se il nostro agire è secondo la “Sua” volontà, se siamo realmente ambasciatori di speranza e di bellezza, e se la risposta è positiva andiamo avanti perché dobbiamo essere fiori veri e ricchi di profumo e non come quelli plastificati che piacciono ma non hanno niente da dare”.  La fede di Salvatore Sardisco e’ forte e salda e non ha caso ha voluto che nel logo del Parlamento della Legalità Internazionale vi fosse la stella che richiama “Maria, Stella del Mattino”. A Salvatore Sardisco un plauso affettuoso da tutti noi».

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo