Controlli nel centro storico cittadino.La Polizia di Stato eleva denunce e sanzioni per oltre 15.000 euro

0
148

 

Palermo – Non si arresta l’attività di monitoraggio e di contrasto della Polizia di Stato al fenomeno dell’abusivismo commerciale nelle aree della “movida”cittadina.

Nei giorni scorsi la Questura ha così predisposto e coordinato un servizio di “controllo integrato del territorio” nel quartiere Oreto, affidandone la direzione al personale del Commissariato di P.S. “Oreto-Stazione”, che ha operato nei controlli in collaborazione con i colleghi del Reparto Prevenzione Crimine e gli agenti della Polizia Municipale, con il significativo apporto, ai fini del buon esito delle attività, fornito dai Funzionari dell’ASP e della SIAE.

Sotto la lente d’ingrandimento le aree cittadine della zona di via Maqueda e di “Ballarò”.

Particolarmente grave è risultata la posizione del gestore di un esercizio di panificazione: questi non è stato in grado di fornire alcuna documentazione in merito ai prescritti titoli autorizzatori, adducendo motivazioni blande e pretestuose. A suo carico sono emerse le seguenti irregolarità: mancanza della Scia Sanitaria, con una sanzione di 3000,00 euro; mancanza della Scia Comunale al commercio, con sanzione pari a 3000,00 euro; mancanza di autorizzazione all’occupazione di suolo pubblico, con una sanzione di 169,00 euro ed intimazione al ripristino dei luoghi, nonché l’abusiva installazione di una tenda retrattile per cui è stata comminata una sanzione pecuniaria di 50,00 euro. Il gestore dell’esercizio è stato, inoltre, denunciato all’Autorità Giudiziaria per il reato di invasione di terreni ed edifici e la sua attività è stata posta sotto sequestrato.

Il titolare di un esercizio commerciale è stato sanzionato per aver avviato, senza le dovute autorizzazioni, un’attività di ristorazione e pizzeria con servizio di somministrazione ai tavoli. L’importo della sanzione comminata ammonta a 5.000,00 euro. Contestata anche, con una sanzione pari a 169,00 euro, l’occupazione del suolo pubblico con tavoli e sedie.

Il titolare di un ristorante della zona è stato invece sanzionato per la mancanza della Scia Sanitaria, per cui è stato sanzionato per 1.000,00 euro in ordine a tale violazione e per ulteriori 169,00 euro per aver illeggittimamente occupato il suolo pubblico con ombrelloni, tavoli e sedie.

Al titolare di un’altra attività di ristorazione di via Maqueda sono state contestate violazioni relative alle procedure di autocontrollo e carenze igienico sanitarie/strutturali, con l’applicazione di sanzioni nei suoi confronti per un importo pari a 2.000,00 euro.

Ad un locale di intrattenimento sono state invece contestate violazioni relative alla normativa Siae.

Ad assicurare un’adeguata cornice di sicurezza allo svolgimento dei servizi, alcuni posti di controllo lungo le principali arterie di collegamento della zona, nel corso dei quali sono state identificate oltre 100 persone, controllati più di 60 veicoli e riscontrate numerose violazioni al Codice della Strada.

Sono stati, inoltre, controllati 10 persone sottoposte a misure cautelari, 26 sorvegliati speciali e segnalati alla Prefettura 3 individui quali assuntori di stupefacenti.

I servizi proseguiranno nel corso delle prossime settimane.