Consulta delle culture su campo Rom e razzismo

0
362

 

Palermo – “Noi sottoscritti, consiglieri della Consulta delle culture della città di Palermo, esprimiamo viva preoccupazione per i ripetuti episodi, avvenuti su tutto il territorio nazionale, di violenza a sfondo razziale. Tali episodi esigono da tutti, in primis dai rappresentanti dello Stato, responsabilità e rigore che il Ministro dell’Interno sembra abbia smarrito, dando di conseguenza il via ad una campagna di odio e di disprezzo per i valori di uguaglianza, fondamento della nostra Costituzione. Infatti, varie dichiarazioni di esponenti del consiglio comunale di Palermo, esprimono, sulla vicenda del campo Rom, una abissale distanza da tali principi, favorendo un  clima di guerra tra poveri, e sostituendo il diritto di alcuni ad altri. Apprezziamo il ruolo assunto e la sensibilità espressi e dimostrati dal governo della nostra città. Invitiamo il sindaco e la giunta a perseguire con costante coraggio l’impegno per dare alla nostra Palermo il meritato titolo di città capitale dell’accoglienza e della cultura.I consiglieri Zaher Darwish, Nadine Abdi a, kobena Ibrahima, Hussain Iqtidar, Bogoda Vasile, Ligy Silva, lilla Oliveira Pecorella, Sumi Aktar, Edna Minion.