Quis custodiet ipsos custodes? Censura e false notizie..chi controlla i controllori?

0
573

 

Catania – “Media e social tra censura e fake, ma chi controlla i controllori?
Quis custodiet ipsos custodes? Se lo chiedeva Decimo Giunio Giovenale in una delle sue satire già venti secoli fa riprendendo, per altro, un tema introdotto ancor prima nientemeno che da Platone. Non c’era certo internet al tempo, eppure sembra scritto stamattina”.

Quanto sopra è il titolo di un bell’articolo di Sputnik,la principale fonte di informazione telematica russa nel mondo assieme al canale tv RT..per questo motivo soggetta spesso e volentieri di asprissime e violente critiche e censure da parte di tutti i media occidentali (in appoggio ai rispettivi governi nazionali,Usa in testa).

Sicuramente le notizie che Sputnik pubblica non sono quasi mai “in linea” con quelle che vengono a noi fornite da giornali e radiotelevisioni “nostrani”, però sono una fonte di informazione indispensabile per chi voglia conoscere “verità nascoste” o diverse valutazioni su specifici argomenti.

Da prendere per “oro colato”? No,anche Sputnik avrà i “propri difetti ed interessi”..

però a me risulta indispensabile per avere un quadro della situazione più attendibile su quello che attira la mia attenzione,offrendomi così la possibilità di “dire la mia” (modestissima) opinione.

Ed ora,dopo la lunga e necessaria premessa..torniamo alla domanda iniziale per una brevissima risposta : “su media e social, chi controlla i controllori”?


Mah,per i social ed i principali media occidentali la risposta sembra “facile” : 
il potere capitalista,sionista ed americanofolo..ovviamente nelle sue più svariate e subdole sfaccettature,quelle politiche, finanziarie, “liberali” del #politicamentecorretto”.
In sostanza la “caccia” viene data a chiunque esprima opinioni o tesi che mettano in discussione i seguenti dogmi : olocausto,israele,Stati Uniti, Nato,UE,libero mercato,globalismo e..via di seguito. È una lotta impari,almeno fin quando “chi potrebbe” (Russia,Cina ed altri) non proverà o vorrà contrastare questa “entita” mediatica (tragicamente reale) appoggiando e sostenendo davvero “sul terreno” quanti (miliardi, milioni?) la contrastano e combattono oggi separatamente ed in inferiorità di mezzi…

Cosa voglio esattamente dire? Sono certo che,chi abbia avuto la pazienza di arrivare fino alla fine della mia riflessione,ha compreso benissimo..

Vincenzo Mannello