Roma si prepara ad accogliere il Parlamento della Legalità Internazionale

0
1503
da sx:Sardisco e Mannino

 

Roma – Roma si prepara ad accogliere il Parlamento della Legalità Internazionale. «E’ ancora vivo negli occhi di tantissimi studenti, docenti, dirigenti scolastici, imprenditori, magistrati, uomini delle forze dell’ordine, esponenti del mondo del volontariato ed ecclesiale, il successo del secondo convegno del Parlamento della Legalità Internazionale svoltosi lo scorso sette ottobre nella splendida sala conferenze del Palazzo Arcivescovile di Monreale, accolti con entusiasmo da Mons. Michele Pennisi Arcivescovo di Monreale e guida spirituale di questo movimento interconfessionale e interreligioso ma di forte e indiscussa matrice cristiana/mariana. Tanti i coordinatori culturali arrivati dal Piemonte, Emilia Romagna, Lazio, Campania, Puglia, Basilicata, e molti dalla Sicilia stessa. Diversi i progetti culturali presentati e tante le iniziative che si stanno programmando in diverse località del nostro Paese con il consenso di studenti e dirigenti scolastici che vedono nel Parlamento della Legalità Internazionale quella spinta costruttiva per indicare ai nostri giovani sentieri di riscatto da ogni forma di malavita. Dopo questo appuntamento ecco quello che taglia il nastro di partenza e che avverrà il prossimo ventiquattro ottobre alle ore quattordici nella sala dei Gruppi Parlamentari a Montecitorio. A dare il benvenuto sarà la vice presidente dell’XI Commissione Lavoro pubblico e privato della Camera dei Deputati, Renata Polverini, grande sostenitrice del cammino culturale del movimento fondato da Nicolò Mannino e da Salvatore Sardisco e che sempre da anni (in modo del tutto disinteressato) ha partecipato alle tante iniziative culturali in modo passionale, conoscendo le finalità e gli obiettivi del movimento culturale. Tema del confronto culturale in chiave nazionale “Il Linguaggio della Legalità e della Bellezza in Italia e nel Mondo per una cultura di solidarietà e sviluppo per il bene comune”. Attesi tanti studenti, dirigenti scolastici, magistrati, uomini delle forze dell’ordine del settore imprenditoriale ed ecclesiale, con un tavolo di presidenza di tutto rispetto che vedrà magistrati, esponenti del dialogo ecumenico con il Vaticano, personalità di governo, giovani studenti, alternarsi nel proporre tutte quelle iniziative culturali al positivo, che partono, a costo zero, da un cuore e una volontà di mettersi in gioco per non finire giocati dalla sub cultura dell’indifferenza e dell’odio fratricida”. Fino al diciotto ottobre accoglieremo le adesioni di quanti desiderano condividere con noi – dice Salvatore Sardisco – un cammino culturale che parte dai principi del Vangelo sino agli articoli della nostra Costituzione Italiana, mettendo il meglio di noi per essere sentinelle di una cultura di legalità e di bellezza a partire dai banchi di scuola”. Nicolò Mannino sottolinea: “Grande attenzione e momenti di affetto saranno indirizzati ai cittadini di Genova e alle 43 vittime precipitate sotto quel ponte che grida ancora “Verità e Giustizia”. “So che diversi dirigenti scolastici e studenti di Genova si stanno organizzando per essere con noi e unire un abbraccio che non conosce né ponti, né crolli ma solo affetto e unità di intenti. Sarà una tappa importante per ripartire con la gioia nel cuore e la volontà di non farci rubare da nessuno la passione e tutti quei valori che vanno vissuti mettendo cuore e faccia senza puntare al portafoglio o alla carriera che non serve. Noi ci saremo e, da quanto registriamo in queste ore, tantissimi hanno già comunicato la loro partecipazione per abbracciare Genova e programmare iniziative che cantano la vita”. E così Roma si prepara ad accogliere questa meravigliosa famiglia del Parlamento della Legalità Internazionale che arriverà dalla Lombardia, Toscana, Veneto, Emilia Romagna, Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche, Lazio, Campania, Puglia, Basilicata e Sicilia e non è esclusa una delegazione studentesca dalla Sardegna. E la festa continua».

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo