“Identikit di un movimento vincente”

0
776

 

Studenti, imprenditori, dirigenti scolastici, docenti e uomini delle forze dell’ordine dicono sì al Parlamento della Legalità Internazionale

Monreale (PA) – “Identikit di un movimento vincente”: studenti- imprenditori, dirigenti scolastici, docenti e uomini delle forze dell’ordine dicono sì al Parlamento della Legalità Internazionale. «“Tante adesioni, numerosi giovani e molti uomini e donne che a vario titolo sono impegnati nel cooperare alla crescita e allo sviluppo culturale del nostro Paese” Chi parla è Salvatore Sardisco, vice presidente del Parlamento della Legalità Internazionale che in queste ore riceve un fiume di telefonate da diverse regioni d’Italia dove da più parti chiedono un posto nella Sala dei Gruppi Parlamentari a Montecitorio per assistere all’inaugurazione dell’anno accademico; Movimento nato per volontà e impegno di Nicolò Mannino, di Salvatore Sardisco e benedetto da Mons. Michele Pennisi che da anni ne è guida spirituale. Salvatore Sardisco, che ha fatto del movimento una autentica ragione di vita, dedica tutto di sé alla riuscita delle diverse iniziative culturali e coordina il tutto dalla sede di presidenza che è punto di richiamo a Monreale in via Venero n.30. Nicolò Mannino, che vanta più di trenta anni di intensa attività culturale, lo stesso che ha affisso in piazza Anita Garibaldi, accanto al portone dove abitava padre Pino Puglisi, una targa con la scritta: “La mafia è forte ma Dio è Onnipotente”, con i risparmi dei giovani del quartiere di Brancaccio, oggi viene invitato da diverse realtà del nostro Paese e tutti i fine settimana (venerdì pomeriggi, sabato e domeniche comprese) dice Sì agli inviti per parlare ai giovani di “Amore alla Vita”, di riscoperta del “Linguaggio della Bellezza”, senza usare mai la parola mafia, violenza e degrado, perché – precisa Nicolò Mannino – “Il linguaggio del brutto e della cattiveria lo si conosce molto bene, i nostri giovani hanno bisogno di esempi al positivo, di testimoni credibili, di eventi che inneggiano alla vita, di fatti che sanno di libertà e di speranza”. E l’incontro del 24 ottobre alle ore 14.00 presso la Sala dei Gruppi Parlamentari a Montecitorio avrà proprio il sapore della fraternità, il fresco profumo di libertà e principalmente l’impegno di un fiume di giovani del mondo scuola di ogni ordine  e grado che metteranno faccia e cuore per un presente che non accetta l’indifferenza ma ama la vita in tutte le sue sfaccettature. Tante adesioni, come tanto è l’entusiasmo di chi fa parte della famiglia del Parlamento della Legalità Internazionale, persone solari, belle d’animo, libere nel cuore senza tessera di partiti ma solo identità di chi da cittadino italiano ama questo Paese che stenta ad essere “bellissimo”».

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo