“Oro rosso”:la Polizia di Stato arresta due ladri sorpresi in flagranza di reato

0
324

 

Palermo – L’oro rosso è appetibile perchè produce profitto, anche se illecito. La Polizia di Stato ha sventato un cospicuo furto di cavi di rame ai danni di locali dismessi utilizzati in passato da una ditta della grossa distribuzione di mobili e tratto in arresto due pregiudicati palermitani, del quartiere “Borgo Nuovo”, rispettivamente di 36 e 32 anni.

I due, dopo aver creato un varco con delle cesoie al cancello d’ingresso del magazzino della ditta, in via Ugo La Malfa, erano riusciti a sottrarre 325 metri di rame e si erano allontanati a bordo di un’ autovettura.

La scena furtiva è stata scorta da un testimone che ha lanciato l’allarme al “113”.

La nota è stata raccolta da una pattuglia del Commissariato di P.S. “S.Lorenzo” che ha impiegato pochi secondi per rintracciare la vettura in viale Regione Siciliana, all’altezza di via Trabucco.

Il controllo e la perquisizione del mezzo hanno riscontrato quanto era stato segnalato ed i due pregiudicati sono stati tratti in arresto.

Il prezzo al mercato “nero” del prezioso metallo, per questo spesso definito “oro rosso”, si sarebbe aggirato sui 3500,00/4000,00 euro.

Il provvedimento di arresto è stato convalidato dall’Autorità Giudiziaria ed il rame restituito ai legittimi proprietari.