Inaugurazione nuovo ospedale di Ragusa

0
204

Maria Malfa: “L’Asp valuti se inserire nelle strutture sanitarie cittadine la figura dell’agente di Ps per garantire sicurezza”

Ragusa – “L’inaugurazione del nuovo ospedale, prevista per martedì 23 ottobre, alle 10, ha attivato tutta una serie di interventi che si rendono necessari per far sì che il nosocomio possa già da subito essere parzialmente operativo”. Lo dice il vicepresidente del Consiglio comunale di Ragusa, Maria Malfa, proprio alla luce della ormai prossima apertura del Giovanni Paolo II in contrada Cisternazzi. Malfa punta l’attenzione su un aspetto da non mettere in secondo piano.

Ho già parlato con il sindaco e con l’assessore comunale alla Salute – afferma Malfa – sulla necessità di avanzare una proposta all’Asp affinché possa essere inserita nei plessi ospedalieri della nostra città, a maggior ragione in quello nuovo, la figura dell’agente di Ps. E’ una richiesta che dovrebbe essere presa in seria considerazione dall’Asp affinché possa essere concertata con chi di competenza visto che gli ospedali o le altre strutture sanitarie, anziché luoghi in cui prevalga il silenzio, sono in realtà tutto l’opposto. L’agente di Ps, con la sua presenza costante, fornirà un senso di tutela sia per l’ammalato che per gli operatori di sanitari. Insomma, c’è bisogno di sicurezza. Gli episodi di cronaca che, negli ultimi mesi, abbiamo letto sono accaduti nelle strutture sanitarie di varie zone della Sicilia, ci invogliano a far sì che sulla questione non si perda ulteriore tempo e che, anzi, possa essere considerata di primaria importanza. La sicurezza è una questione che non si può tralasciare. Riteniamo sia necessario attivare tutte le procedure per far sì che possa essere garantito il potenziamento degli organici. E, su questo fronte, se sarà necessario, nel caso in cui tale figura non possa essere istituita, è opportuno sollecitare l’Asp a predisporre la necessaria vigilanza, anche con istituti privati, così da assicurare nella maniera opportuna, in maniera maggiore rispetto ad ora, le necessarie garanzie di sicurezza a pazienti e operatori sanitari”.

Ph:Maria Malfa vicepresidente Consiglio comunale di Ragusa