Miccichè, Milazzo e Cracolici visitano la scuola Ugo

0
204

 

In cantiere progetti-pilota per l’apprendimento dell’italiano

Palermo – Prosegue l’impegno del presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, per l’integrazione e l’inclusione sociale dei giovani immigrati e contro l’intolleranza e il razzismo. Il presidente dell’Ars, accompagnato dal capogruppo di Forza Italia, Giuseppe Milazzo e dal deputato regionale del Pd, Antonello Cracolici, ha visitato l’istituto comprensivo “Antonio Ugo”, storica scuola della zona Noce-Zisa a Palermo, per esprimere solidarietà al preside Riccardo Ganazzoli, che nei giorni scorsi è entrato nell’occhio del ciclone per avere organizzato a scuola la “Festa dell’accoglienza”.

Il presidente Miccichè, che mercoledì ha ricevuto il giovane senegalese Khalifa Dieng aggredito a Partinico, parlando con il ragazzo si era posto il problema dell’istruzione dei giovani immigrati: “Solo facendoli studiare, potremo garantire loro un futuro – aveva detto -. Ma questi ragazzi come possono studiare nelle nostre scuole se non conoscono l’italiano?”.

Miccichè è tornato sul tema: “Per favorire questo percorso di integrazione – ha spiegato – si è pensato di individuare alcune scuole dove realizzare dei progetti-pilota destinati agli immigrati per l’apprendimento dell’italiano”.

E’ importante che l’Assemblea regionale siciliana si dimostri attenta ai problemi sociali – ha aggiunto il dem Antonello Cracolici -. Non si può contestare la scuola che è il maggiore centro di aggregazione. Ritengo importante continuare su questa scia, dopo il messaggio lanciato dal presidente Miccichè con l’opportunità offerta a Khalifa Dieng nelle cucine del ristorante dell’Ars”.