Asili nido. Fp e Cgil: “No alla privatizzazione. La struttura rimanga sotto la gestione del Comune”

0
254


Partinico (Pa)
– “Il Comune di Partinico riveda la posizione sugli asili nido per la salvaguardia dei posti di lavoro e per riconoscere un diritto ai cittadini della città di Partinico. Il servizio deve restare a gestione pubblica”. E’ la posizione espressa dalla Fp Cgil Palermo e dalla Camera del Lavoro di Partinico nell’incontro che si è svolto con l’assessore alle Attività sociali del Comune di Partinico Rosi Pennino. A rischiare il posto di lavoro, per la decisione di privatizzare il servizio presa dal Comune a causa del default e dai fondi Pac di copertura non più disponibili, sono 18 persone che hanno lavorato da vent’anni alla cooperativa che gestiva uno dei due asili nido comunali, sotto il controllo del Comune.

Per il dissesto, e con tutte le giustificazioni del caso, si paventa l’ipotesi di affidare a privati la struttura comunale, rinunciando così per i prossimi anni alla gestione diretta. Si continuano a perdere pezzi di servizio pubblico, senza alcuna garanzia sull’efficienza della gestione da parte dei privati – dichiarano Maurizio Comparetto e Michele Morello, della Funzione pubblica Cgil Palermo e Giuseppe Gagliano, segretario della Camera del Lavoro di Partinico – Lanciamo un appello alle forze sociali, alle famiglie interessate, ai capigruppo dei partiti d’opposizione: bisogna far rivedere questa posizione. Oltre a un’emergenza occupazionale, c’è un problema di organizzazione della vita sociale delle famiglie. Le difficoltà sono tante ma dobbiamo provare a costruire un percorso perché la struttura, che è attrezzata di tutto punto e ha lavorato bene fino a giugno, rimanga nelle mani del Comune. Dopo le promesse fatte ad agosto, apprendiamo che il Comune sta seguendo un’altra strada. Avvieremo una campagna di sensibilizzazione per chiedere di fare marcia indietro su questa scelta”.