Lo Curto (UDC), per legge di stabilita’ e bilancio ci sono condizioni per approvazione entro l’anno

0
214
Eleonora Lo Curto


Palermo
– “Ci sono tutte le condizioni affinché le leggi di stabilità e di bilancio regionali vengano approvate entro il 2018 interrompendo
così una lunga fase che per oltre una legislatura ha visto il ricorso
perenne all’esercizio provvisorio per i primi quattro mesi dell’anno.
In commissione Bilancio, intanto, stiamo andando avanti sul rendiconto
del 2017 che a breve potrà approdare in Aula. Condivido la scelta del
governo Musumeci di presentare diversi ddl collegati alla legge
finanziaria che riprendono materie oggetto delle impugnative decise
dal Consiglio dei Ministri, per le quali la Regione sta resistendo
davanti alla Consulta. Credo sia necessario seguire con attenzione le
norme per la piena attuazione dello Statuto siciliano su cui il
presidente Musumeci e l’assessore Armao hanno avviato una trattativa
con il governo Conte, senza trascurare elementi come le compensazioni
per riequilibrare il sostegno statale alla Sicilia in una fase in cui
le Regioni del Nord con le nuove rivendicazioni di autonomia su
svariate materie, per effetto del parametro sul Pil prodotto
regionalmente, stanno accrescendo il divario con il Mezzogiorno. Per
questo con i governo Musumeci rilanceremo a breve, calendarizzandola
quanto prima, la mozione già presentata per indire insieme alle
elezioni europee anche il referendum che prevede la modifica dello
Statuto con il riconoscimento degli svantaggi derivanti
dall’insularità. Di sicuro non resteremo in silenzio sulle possibili
azioni predatorie delle Regioni del nord a tutto danno del Sud.
Auspicherei che anche il Movimento Cinquestelle, che nel Sud raccoglie
una messe di voti, si facesse carico con i suoi eletti di difendere la
Sicilia a Roma”. Lo afferma Eleonora Lo Curto, capogruppo dell’Udc
all’Assemblea regionale siciliana.