L’attività di controllo e sicurezza del territorio della Polizia di Stato di Agrigento

0
185
Il Questore Maurizio Auriemma passa in rassegna i Reparti schierati

 

Agrigento – Dal 22 ottobre al 27 ottobre su disposizione del Questore Maurizio Auriemma sono stati svolti mirati servizi di controllo straordinario del territorio nel comune di Favara, consistente in numerosi posti di controllo, al pattugliamento dei quartieri a rischio e ai controlli di persone ritenute pericolose.

Il servizio di cui sopra è stato espletato impiegando, complessivamente, 20 equipaggi dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, 10 equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine “Sicilia Occidentale” di Palermo, equipaggi della Squadra Mobile e 2 equipaggi della Divisione P.A.S.I. Sezione Amministrativa.

Sono stati conseguiti i seguenti risultati:

– n°580 Persone identificate;

– n°312 Veicoli controllati;

– n°3283 Veicoli controllati mediante il sistema ANPR;

– n°27 Posti di controllo espletati;

– n°32 Contestazioni al Codice della Strada;

– n°10 Veicoli sottoposti a sequestro e/o fermo amministrativo;

– n°12 Documenti ritirati;

– n°9 Perquisizioni e ispezioni personali e locali effettuate;

– n°28 Persone sottoposte a Controlli Domiciliari;

– n°11 Esercizi Pubblici controllati;

Inoltre, nel corso di specifico servizio di polizia denominato “Scuole Sicure” finalizzato alla repressione di reati inerenti allo spaccio ed alla detenzione di sostanze stupefacenti, il 25 ottobre personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico con l’ausilio di unità cinofile della Guardia di Finanza, procedeva a specifici controlli presso l’Istituto Scolastico Superiore Alberghiero “Niccolò Gallo” e presso l’Istituto Superiore Commerciale “Leonardo Sciascia”.

Nel primo Istituto venivano rinvenuti, occultata nei bagni, 2 pezzi solidi di sostanza stupefacente verosimilmente di tipo hashish per un peso complessivo di 0,5 grammi e uno spinello già confezionato e pronto al consumo.

Nel secondo Istituto, occultato all’interno di una presa elettrica, veniva rinvenuto uno spinello già confezionato e pronto al consumo.