Lo Curto (UDC):” Cancelleri torni da New York per affrontare temi seri che interessano ai siciliani”

0
243

Palermo – “Le bugie hanno le gambe corte e quelle raccontate dai
Cinquestelle per conquistare consensi si stanno ritorcendo contro loro
stessi. Sulla Tav e la Tap, ad esempio, Di Maio & co stanno pagando un
caro prezzo per le fandonie dette ed ora si trovano davanti alla dura
realtà del governo del Paese con decisioni essenziali da assumere
nonostante il loro popolo fosse stato informato con notizie parziali e
viziate da profonda ignoranza rispetto all’alta velocità ed al
gasdotto. Anche sui vitalizi continua la propaganda dei grillini che
non avendo altri argomenti preferiscono parlare alla pancia degli
italiani dimenticandosi degli impegni presi. Per non parlare del Muos,
altro cavallo di battaglia dei No grillini con la faccia di Trizzino
in prima linea su tutti. E fa specie ad esempio che il leader grillino
siciliano Giancarlo Cancelleri preferisca pontificare da New York, in
questi giorni, sui medesimi argomenti senza invece pensare che sia il
momento di tirare per la giacca Di Maio su questioni come gli
sportelli multifunzionali sui quali i Cinquestelle hanno preso impegni
per una soluzione con gli ex lavoratori del settore. Cancelleri torni
con il primo volo da New York per affrontare il tema delle scuole
gestite dalle ex province che in questi giorni hanno problemi seri
come riferiscono alcuni dirigenti scolastici che hanno ricevuto
lettere dai Commissari straordinari per lasciare le sedi in affitto
per mancanza di risorse. Sia lo stesso Cancelleri a parlare magari con
Di Maio e Conte per far fare una rinuncia al Governo nazionale
rispetto al prelievo forzoso sulle ex province che ha portato il
governo Musumeci ad impugnare la legge di stabilita nazionale e che è
ancora oggetto di trattativa come ci riferisce il vicepresidente
Armao. Si preoccupi Cancelleri di tenere alta la dignità dei giovani e
degli studenti siciliani nei confronti dei quali si agita lo spettro
delle richieste delle regioni del nord di distribuire le risorse da
parte del Miur in ragione del pil regionale piuttosto che della
popolazione scolastica. Insomma i grillini si assumano responsabilità
sporcandosi le mani piuttosto che continuare a fare populismo. Oggi
che sono al governo i Cinquestelle debbono dare risposte serie e
concrete, perché nonostante ci sia già aria di campagna elettorale per
le europee, qualcuno deve pur far capire a costoro che è finito il
tempo degli slogan e delle frasi copia e incolla sui social media. E
come si sa il popolo è volubile e si stanca presto delle promesse”. Lo
afferma Eleonora Lo Curto, capogruppo Udc all’Assemblea regionale
siciliana.