Danni causati dal maltempo. Carolina Varchi (FDI) chiede per la Sicilia lo stato di emergenza

0
532

 

Roma – “Fango, detriti, strade che somigliano sempre più a fiumi e torrenti straripanti: è questo lo scenario apocalittico della Sicilia in preda a un’allerta senza precedenti, che fa già contare più di dieci vittime in provincia di Palermo e necessita di interventi immediati e straordinari per scongiurare  l’ulteriore paralisi dei trasporti e delle attività produttive e garantire ai residenti la ripresa della quotidianità”: ad affermarlo è Carolina Varchi, parlamentare nazionale di Fratelli d’Italia, che invoca per l’isola la proclamazione dello stato di emergenza. 

Sono sgomenta per la morte di adulti e bambini a Casteldaccia e Vicari – afferma – e per quanti allo stato attuale risultano dispersi : desta molta preoccupazione anche la condizione dei collegamenti che vede interi Comuni della Sicilia occidentale isolati, importanti arterie di viabilità distrutte e rese impraticabili”.

 “Condivido l’appello lanciato dall’ANCE Sicilia – prosegue Varchi – in merito a un vertice che metta insieme tutti i soggetti coinvolti, a partire dalla Regione Siciliana e dalle imprese che operano sul territorio, per assicurare la continuità dei lavori in corso”. 

 “Vedere i nostri territori devastati, intere zone isolate e irraggiungibili – aggiunge l’esponente di FdI – Palermo e la Sicilia ostaggio della pioggia e del maltempo, è un’autentica tragedia”.

 “Il Governo – conclude – ha annunciato aiuti alle popolazioni per 200 milioni di euro: un provvedimento necessario che certamente darà una boccata d’ossigeno a residenti e imprese ma che deve rappresentare soltanto il primo passo di un programma complessivo volto alla prevenzione dei danni ambientali e alla salvaguardia del territorio, con particolare attenzione rivolta alle zone rurali e montane”. 

Ph copertina:Carolina Varchi

M.L.B.