La Polizia Municipale e i controlli sui locali della movida

0
205
Gabriele Marchese, Comandante Polizia Municipale

 

Palermo – Il piano degli accertamenti predisposto dal Comandante Gabriele Marchese ha riguardato tre locali;  due in via Candelai  ed uno in piazza Costanzo Barbarino, a Villatasca. Sono state comminate sanzioni per un importo di oltre 10.000 euro.

Gli agenti del Caep, il nucleo di controllo della attività produttive, dapprima hanno eseguito un giro d’ispezione per  tenere d’occhio  i locali  sequestrati  nei precedenti interventi e  dopo avere quindi perlustrato cortile delle Bisacce, via Giuseppe Piazzi, via delle Pergole, via Ponticello e via Ballarò e riscontrato l’integrità dei sigilli, si sono diretti in via Candelai.

Giunti sul posto, la  loro  attenzione è stata attirata  dal frastuono della  musica ad alto volume emessa da un pub. 

Il titolare è stato denunciato all’autorità giudiziaria per disturbo della quiete pubblica; altresì sono state sequestrate le  apparecchiature musicali per la diffusione di musica all’esterno. 

Nel locale inoltre non venivano esposte le  tabelle alcolemiche, quelle indicanti gli  orari di apertura e chiusura e mancava  a disposizione degli avventori, l’apparecchio per l’alcoltest. 

Ancora in  via Candelai, all’altezza di piazza 40 Martiri alla Guilla, sono stati eseguiti accertamenti su una discoteca, dove è stata individuata una cucina abusiva. Non è stata esibita alcuna  autorizzazione per la manipolazione e la preparazione di alimenti.

Sono inoltre state  riscontrate gravi carenze igienico sanitarie nelle attrezzature e nei piani di lavoro per la preparazione e la somministrazione di alimenti e bevande e la promiscuità tra prodotti alimentari e detersivi. Il titolare risultava sprovvisto del piano di autocontrollo HACCP ai fini della sicurezza alimentare e della necessaria certificazione amministrativa e sanitaria. 


Poiché l’ingresso era regolamentato da due persone  non autorizzate al ruolo di addetto alla sicurezza,  è stata inoltrata la comunicazione alla questura per la revoca della licenza da ballo.


Nello stesso contesto  veniva fermata un’autovettura che percorreva la Via Candelai, con la radio di bordo ad alto volume. 

Al controllo documentale l’ autovettura  Volkswagen Golf, risultava sospesa dalla circolazione da circa sei mesi. Pertanto si è proceduto al sequestro ai fini della confisca  del veicolo, con la sanzione pecuniaria di 1.959 euro.


Infine a Villatasca, il titolare di un’attività di  somministrazione di alimenti e bevande ubicata in piazza Costanzo Barbarino, è stato  sanzionato perché  in un’area antistante il locale di pertinenza dello stesso, esercitava la somministrazione  senza  possedere la dovuta certificazione sanitaria esterna.