Arrestato rumeno per ricettazione e furto energia elettrica

0
256

 

Palermo – La Polizia di Stato ha tratto in arresto, Bonculescu Valter classe ’76 ritenuto responsabile del reato di furto di energia elettrica, l’uomo è stato inoltre denunciato per il reato di ricettazione.

L’arresto è maturato nell’ambito dei sempre più stringenti controlli, disposti dal Questore di Palermo, volti al contrasto del diffuso reato di furto di energia elettrica. I poliziotti appartenenti al Commissariato “Oreto – Stazione”, congiuntamente a verificatori ENEL, hanno effettuato un controllo presso un appartamento posto al primo piano di via Trappetazzo.

Nonostante l’atteggiamento del locatario, Bonculescu Valter, 42enne rumeno, sia stato spavaldamente ostativo, gli agenti hanno fatto accesso all’interno dell’abitazione chiedendo all’uomo dove si trovava il contatore Enel.

Bonculescu in un primo momento ha asserito che i locali non erano serviti da energia elettrica, salvo ritrattare, pochi istanti dopo, quando i poliziotti hanno notato che alcuni elettrodomestici, frigorifero e freezer, erano funzionanti.

I poliziotti unitamente ai verificatori dell’Enel, hanno individuato, in una delle camere da letto, un cavo elettrico che attraverso un foro nel muro da un interruttore del tipo “salvavita”, usciva fuori in strada andandosi a collegare alla rete pubblica.

Tale collegamento, peraltro pericoloso, è stato confezionato sfilacciando la guaina di protezione dei cavi e poi sigillandoli in maniera superficiale con del nastro isolante.

Davanti all’evidenza dei fatti Bonculescu avrebbe ammesso le proprie responsabilità circa l’allaccio abusivo, riferendo di averlo realizzato da circa un anno.

L’impianto abusivo è stato pertanto dismesso e messo in sicurezza da personale Enel che, nell’occorso ha stimato sommariamente che il danno patito dalla società erogatrice, tenuto conto degli elettrodomestici presenti nell’appartamento e dei vari punti luce, fosse quantificabile in circa 8.000,00 euro.

I poliziotti durante le fasi dell’accertamento hanno notato la presenza, alquanto sospetta, di numerosi elettrodomestici, nonché di svariati telefonini cellulari e di una bicicletta occultata all’interno in una delle camere da letto, sulla cui provenienza il 42enne rumeno non ha saputo fornire spiegazioni plausibili.

Alla luce di quanto emerso Bonculescu è stato arrestato per il reato di furto aggravato di energia elettrica e denunciato in stato di libertà per il reato di ricettazione.