A Natale non puoi… di Nicolò Mannino

0
857

 

Monreale (PA) – A Natale non puoi… di Nicolò Mannino. «TI PREGO FERMATI. La vita ti sta scivolando tra impegni e circostanze, perdendo il senso del vivere e di chi ti ha donato la vita. Quando sei nato/a non hai staccato un assegno a vuoto e non hai trascritto una cambiale senza cifra. Sei nato per Amore e con la certezza che tutti i giorni di questa meravigliosa avventura chiamata “Vita”, fossero abbelliti da briciole di semplicità e sussurri di umanità – Fermati. Non correre a vuoto. Sta per nascere il “TUO” Dio, ci credi o no. Non è un problema se non credi: a Lui non fai problema poiché quello grosso già te lo sei creato. Fermati. Interrogati. Amati. Riordina. In questa magica atmosfera di Natale, dove tutto luccica a intermittenza (umori compresi) non hai più il diritto di pensare male, di additare, di arricchire il tuo “ego” con il successo e l’arroganza di chi vive senza Dio e senza rimorsi di coscienza. No. A NATALE NON PUOI. Il Dio che

è Via/Verità/e Vita sta per nascere ovvero è già nato in Te e per te: sì, ogni volta che piangi per un fallimento, ogni volta che urli e sei nel limbo dei ricordi, ogni volta che nessuno si prende cura del tuo volto delle tue rughe, ma tutti osannano la tua maschera il tuo trucco, Lui poggia la sua testa sulla tua spalla e ti ricorda che non sei solo (e che sei frutto di un Amore già Amato in partenza). Fermati. A Natale NON PUOI… rincorrere l’aquilone del piacere effimero, il titolo accademico che tarda ad arrivare (tanto la raccomandazione compra tutto) non puoi sognare ciò che non ti appartiene. DEVI VIVERE, Fermati. A NATALE NON PUO’ sentirti “Dio”. Lui nasce nell’ebbrezza del silenzio, nel buio della notte, in quel buio dei “senza Dio” per dire che nessuno è un aborto, che tutti facciamo parte di un grande mosaico di gioia e di bellezza, che tutti siamo armonia di gioia quando corriamo verso il fratello solo e distratto da mille rimpianti. Fermati. Lasciati raggiungere da Lui. Lasciati smascherare da Lui, lasciati accarezzare e consolare da Lui, lasciati “gratificare” da Lui, lasciati afferrare da Lui prima che il tuo piede scivoli nel burrone del “non senso”. E’ Natale… E NON PUOI … non meriti di essere triste e sola/a. A te un abbraccio e “Buon TUTTO”». (Nicolò Mannino, Parlamento della Legalità Internazionale)

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo