Apre lo sportello sociale di Corleone,nella parrocchia di San Leoluca affidato alla Cgil

0
323

 

Giovedì l’inaugurazione. L’idea nasce da una collaborazione tra l’Arcidiocesi di Monreale e Cgil Cisl e Uil

Palermo – Parte lo “Sportello Sociale” anche a Corleone, con la collaborazione della Cgil e dell’Arcidiocesi, per garantire servizi di consulenza e orientamento lavoro ad ampio raggio ai cittadini, in particolare a quelli delle fasce più povere della società, che si rivolgeranno alle parrocchie di riferimento. Lo sportello sociale di Corleone, affidato alla Cgil e ospitato dentro la parrocchia di San Leoluca, in piazza Asilo, inaugura la sua attività giovedì 20 dicembre (ore 15-18) e sarà aperto al pubblico due giovedì al mese.
Con questo progetto, nato da una collaborazione tra la Pastorale sociale e del lavoro della diocesi di Monreale e Cgil, Cisl e Uil, si è deciso di mettere a servizio delle comunità luoghi d’ascolto e di indirizzo che vedano impegnati sacerdoti e sindacalisti insieme, ma anche avvocati, psicologi, commercialisti e altre figure professionali di supporto.

Quello di Corleone è il terzo sportello attivato: gli altri due si trovano alla Chiesa Madre di Partinico, affidato alla Uil, e presso la Parrocchia dei Santi Vito e Francesco di Monreale, affidato alla Cisl.
La Cgil Palermo sarà presente a Corleone con due suoi istituti, il Patronato e il Sol, per garantire servizi individuali di tutela e servizi di orientamento lavoro.
“Il nostro obiettivo è venire incontro alle istanze delle categorie più deboli, per dare tutte le informazioni necessarie sui servizi al cittadino e su opportunità di lavoro, per la partecipazione ai bandi, la redazione di curriculum, l’accesso alle misure di ricollocazione e di assistenza al reddito, dal Rei al reddito di cittadinanza – dichiara Calogero Guzzetta, segretario Cgil Palermo – Strumenti che intercettano una parte consistente del mondo giovanile e dei disoccupati di ogni età, specie in un’entroterra che soffre della mancanza di lavoro, di una desertificazione generalizzata, di un progressivo spopolamento e delle difficoltà legate, per chi svolge attività produttive e si sposta ogni giorno per lavoro, alla presenza di una rete stradale dissestata. Faremo la nostra parte per garantire bisogno di lavoro e legalità”.

La parrocchia in cui opereremo – spiega Cosimo Lo Sciuto, segretario della Camera del Lavoro di Corleone – è inserita nel quartiere di edilizia popolare San Marco, in un contesto sociale difficile in cui partire con il Sol e il Patronato può essere molto utile per chi ha perso il lavoro e per chi lo cerca”.
Oltre al patronato, con i servizi che riguardano previdenza, salute e benessere, migrazione, ci sarà il Sol, lo sportello orientamento e lavoro del Nidil Cigl, rivolto anche ai lavoratori atipici. “Forniremo supporto nella ricerca di offerte di lavoro, nella richiesta di disponibilità lavorativa e nelle domande per i bandi di politiche attive di comuni e regioni, per cantieri di lavoro, cantieri di servizio, tirocini – dichiarano il segretario generale Nidil Cgil Palermo Andrea Gattuso e Riccardo Marotta, responsabile del Sol – In un territorio come quello di Corleone, con tanti comuni limitrofi, la presenza di questo sportello può rappresentare una speranza in più per chi è alla ricerca di occupazione”.